Yara, Cassazione accoglie ricorso Bossetti: la difesa avrà accesso ai reperti. Anche DNA

0
Yara, Cassazione accoglie ricorso Bossetti.

Yara, Cassazione accoglie ricorso Bossetti. Annullate con rinvio le ordinanze con cui la Corte d’Assise di Bergamo aveva respinto come inammissibile le richiesta di accesso ai reperti presentata dai legali in funzione di una prossima richiesta di revisioe della condanna. Tra i reperti da esaminare 54 campioni di DNA e gli abiti della vittima.

La Cassazione ha accolto il ricorso della difesa di Massimo Giuseppe Bossetti. Annullate  con rinvio le ordinanze con cui la Corte d’Assise di Bergamo aveva dichiarato inammissibile la richiesta degli avvocati Claudio Salvagni e Paolo Campirini di accedere ai reperti, tra cui 54 campioni di Dna e gli abiti della vittima. La parola torna ora ai magistrati di Bergamo che dovranno nuovamente pronunciarsi sulla possibilità di accedere agli atti. L’esame dei reperti in questione richiesto dai legali di Bossetti – ritenuto colpevole per l’omicidio di Yara Gambirasio – è funzionale al progetto di presentare la richiesta di revisione della sentenza che ha condannato il muratore di Mapello all’ergastolo.Dal carcere di Bollate dove è recluso, Bossetti sta scrivendo una biografia con la sua versione dei fatti.

I fatti risalgono a dieci anni fa, quando il corpo della piccola Yara Gambirasio, 13 anni, scomparsa a novembre da Brembate di Sopra, è stato trovato in un campo in località Chignolo d’Isola. Sebbene la ragazzina aveva sul corpo diversi segni di arma da taglio, l’autopsia avrebbe chiarito che a cagionare la morte della ragazzina, abbandonata nel campo presumibilmente ferita, ma viva, era stata la lunga esposizione alle intemperie. L’arresto di Massimo Giuseppe Bossetti è avvenuto nel 2014. Il muratore è stato identificato grazie a un’indagine genetica condotta confrontando il DNA del killer con quello di tutta la popolazione maschile della Bergamasca. L’operaio è stato identificato dal profilo genetico di ascendenza maschile, quello del padre (naturale), l’autista Giuseppe Guerinoni.Dopo uno dei processi più seguiti nella storia del nostro Paese, è stato condannato all’ergastolo.

Yara, Cassazione autorizza accesso ai reperti: “Ora possiamo scardinare la prova regina”. “Possiamo scardinare la prova regina che ha condannato Massimo Bossetti: il DNA”. È fiducioso Claudio Salvagni, legale del muratore di Mapello, dopo la decisione della Corte di Cassazione di concedere alla difesa del condannato l’esame dei 54 reperti del caso, tra cui il fantomatico DNA di ignoto1. “Ci hanno sempre detto che il reperto era troppo scarso per poter effettuare un contro esame. Evidentemente non lo era”.

“Possiamo scardinare la prova regina che ha condannato Massimo Bossetti: il DNA”. È fiducioso Claudio Salvagni, legale del muratore di Mapello, dopo la decisione della Corte di Cassazione di concedere alla difesa del condannato l’esame dei 54 reperti del caso, tra cui il fantomatico DNA di Ignoto1, pietra miliare dell’inchiesta che ha portato all’arresto di Bossetti per l’omicidio della piccola Yara Gambirasio. Non è un sì definitivo perché la parola, ora, spetta ora ai giudici di Bergamo. Se anche loro dovessero dire sì si tratterebbe di una svolta storica. Mai, prima i oggi, alla difesa era stato permesso di svolgere un esame di parte del DNA.

“La vera notizia – commenta – è che il campione biologico che ci avevano detto essere troppo scarso per fare un contro esame di parte, è invece perfettamente esaminabile. Dunque potremo finalmente confrontare il DNA di Bossetti con quello di Ignoto1. Se dovesse risultare identico desisteremo. Se invece, come crediamo, non dovesse corrispondere a quello dell’assassino di Yara, allora avremo gli elementi per presentare la revisione della sentenza. Possiamo finalmente scardinare la prova regina che lo ha condannato”.

“Massimo?  – continua – non l’ho ancora sentito, ma presto gli darò la bella notizia. Devo dire che negli ultimi tempi l’ho trovato abbastanza fiducioso. ‘La giustizia dovrà pur darmi l’opportunità di fare questi esami’, mi ha detto. È abbastanza sereno, devo dire, anche sotto il profilo dell’emergenza sanitaria. Mi ha detto che nel carcere di Bollate la situazione Covid è sotto controllo”. Bossetti, che in carcere sta scrivendo una biografia in cui racconterà la sua versione dei fatti, ha sempre sostenuto di essere innocente. È stato arrestato nel 2014, dopo 4 anni dal ritrovamento del corpo della piccola Yara Gambirasio, nel campo di Chignolo d’Isola.

 

Articolo Precedente“Non è stata pagata per fare sesso, è uno stupro”: parla l’avvocato della vittima di Genovese
Prossimo ArticoloPestata dal compagno, perde la milza, ma non denuncia per paura: “Sono caduta dalle scale”
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.