WhatsApp, ecco le etichette per combattere spam, pubblicità e catene di sant’Antonio

0

Sull’ultima versione beta disponibile su Android WhatsApp ha introdotto una nuova etichetta per i messaggi inoltrati, che consentirà di combattere spam, catene di sant’Antonio, fake news. Ecco com’è

Con l’obiettivo di rendere più difficile la diffusione dei messaggi di spam o delle catene di sant’AntonioWhatsApp ha implementato una nuova funzionalità sulla beta attualmente disponibile per Android. Il team di sviluppo ha infatti inserito un’etichetta per tutti i messaggi che vengono inoltrati, in modo da sottolineare se il singolo messaggio è stato scritto dall’utente o semplicemente copiato da un’altra conversazione attraverso la funzione “Inoltra”.

La manovra consentirà di gestire meglio catene di sant’Antonio e spam, come abbiamo scritto poco sopra, ma anche di ridurre il fenomeno della diffusione delle fake news. L’etichetta sarà proposta sia nella schermata della conversazione del ricevente, che del mittente, tuttavia purtroppo c’è un modo particolarmente semplice per aggirare la novità: l’etichetta comparirà solo se il messaggio è stato inoltrato con la funzione apposita, e non se è stato semplicemente copiato e incollato.

Non è chiaro se WhatsApp stia considerando l’idea di rendere più profonda l’implementazione dell’etichetta, ma è evidente che allo stato attuale l’aggiramento è fin troppo semplice per “spammer” e diffusori di bufale professionisti. L’utente non può disattivare la visualizzazione dell’etichetta, né questa può essere rimossa in alcun modo: ogni messaggio che verrà inoltrato attraverso la funzione del client verrà segnalato come tale su tutti i client.

La feature è disponibile attualmente solo sulla versione beta di WhatsApp (2.18.179), ma è probabile che arriverà a giorni sulla versione stabile su tutti i dispositivi compatibili, anche iOS e sulle piattaforme Windows Phone supportate. Fino ad oggi non c’è stato alcun modo per capire se un messaggio ricevuto è stato inoltrato, con il destinatario che non può saperlo se non viene specificato dal mittente. Il messaggio inoltrato, oggi, viene mostrato come una frase scritta dall’utente.

Utilizzando l’opzione Inoltra, però, l’utente può inviare lo stesso messaggio a più di un utente, laddove il copia e incolla obbliga il mittente ad aprire le conversazioni singolarmente e ad interagire con esse.

Chi vuole provare la nuova etichetta può farlo iscrivendosi al programma beta di WhatsApp su Android, oppure scaricando la nuova versione da siti terzi come APK Mirror. La nuova etichetta si aggiunge alle ultime funzionalità introdotte sul client, come ad esempio la possibilità di inviare messaggi vocali senza continuare a premere l’icona sullo schermo o la rivoluzione introdotta nelle conversazioni di gruppo e le modalità aggiornate per la loro gestione.

 

Articolo PrecedenteMatteo Salvini e i migranti, la genesi dell’odio
Prossimo ArticoloPerché Facebook sta chiedendo ad alcuni utenti di controllare i post
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.