Whatsapp, arriva lʼetichetta “inoltrato” sui messaggi inviati contro catene di SantʼAntonio e spam

0

Grazie a questa novità, quando si riceverà un testo, una foto o un video, si capirà se è frutto di chi lo ha mandato o è un contenuto che circola nel sistema

A quanti è capitato di ricevere in Whatsapp, semmai mentre si era a lavoro o si aspettava un messaggio importante, testi delle cosiddette “catene di Sant’Antonio“, fake news o avvisi pubblicitari di dubbia provenienza percepiti solo come un fastidioso disturbo e un’inutile perdita di tempo? La famosa applicazione di messaggistica istantanea sembra aver trovato una soluzione: i messaggi inoltrati non saranno più solo contrassegnati con una spunta che diventa doppia quando arriva anche al mittente, ma saranno anche etichettati con la scritta “inoltrato”.

Con questo escamotage, quando si riceverà un messaggio – un testo, un’immagineo un video – se sarà accompagnato dalla dicitura “inoltrato”, si potrà capire chiaramente che non è frutto di chi l’ha inviato, ma è un contenuto che sta circolando su Whatsapp.

L’etichetta, che comparirà sopra al messaggio, accompagnata da una freccia verso destra che contraddistingue l’inoltro, non potrà essere nascosta o disattivata dagli utenti.

Un cappio a doppio filo, insomma, per tutti quelli che finora si sono divertiti a mandare le catene o per le aziende che, spesso senza il consenso dei destinatari, quindi violando molte norme sulla privacy, utilizzavano Whatsapp come un rapido strumento di marketing che aveva per i riceventi un’unica conseguenza: spam.

Per ora, però, dovremmo accontentarci di visualizzare e cancellare e, semmai, in caso di fastidiosa insistenza, bloccare il contatto da cui i messaggi indesiderati provengono, perché la novità è stata scovata solo in una versione beta – cioè non definitiva – dell’applicazione per i dispositivi Android.

Articolo PrecedentePronti a rivivere il disagio dei vostri amici degli anni passati? Facebook annuncia una nuova pagina “memorie” (foto)
Prossimo ArticoloGoogle Pixel 3 probabilmente avrà la ricarica wireless, a voi piacerebbe?
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.