Whatsapp: addio fondatori per lite con Facebook su privacy

0

Secondo il Wsj la divergenza sarebbe nata dal rifiuto di Brian Acton e Jan Koum di monetizzare l’app usando pubblicità mirate

L’USCITA dei due fondatori di WhatsApp, Brian Acton e Jan Koum, è stata dovuta a disaccordi con Facebook – da cui la loro app era stata comprata – su come ottenere ricavi dalla piattaforma di messaggistica usando i dati degli utenti. Un abbandono costato caro: 1,3 miliardi di dollari. A scriverlo è il Wall Street Journal, secondo cui la divergenza sarebbe nata dal rifiuto di Acton e Koum, da sempre attenti alla privacy, di monetizzare WhatsApp usando pubblicità mirate, e dalle pressioni della casa madre Facebook che voleva mettere a frutto la vasta base utenti del servizio di messaggistica, acquistato nel 2014 per 22 miliardi di dollari.

Al tempo dell’acquisizione il Ceo di Facebook Mark Zuckerberg aveva dichiarato di essere d’accordo con Koum sul fatto che la pubblicità non fosse la strada giusta per ottenere ricavi da WhatsApp, che ha 1,5 miliardi di iscritti. Ma, a partire dal 2016, sarebbe aumentata la pressione di Facebook per incassare denaro da una serie di servizi che aveva acquisito. Acton e Koum non sarebbero riusciti a far valere le proprie posizioni, pur cercando di mantenere un buon rapporto con Zuckerberg; di qui la decisione di andarsene. Acton, che lasciò a novembre, ha rinunciato a 900 milioni di dollari in stock rewards; Koum, che ha annunciato ad aprile di andarsene ad agosto, lascerà 2 milioni di azioni non maturate per un valore di 400 milioni di dollari.

Articolo PrecedenteShadowhunters: Svelati i motivi dietro la cancellazione della serie
Prossimo ArticoloSbarca anche in Italia Amazon Prime Music
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.