Due maestre di un asilo di Vittoria, in provincia di Ragusa, sono state arrestate con l’accusa di maltrattamenti ai danni dei loro alunni. Come testimoniano anche le immagini riprese da alcune telecamere installate in aula, le due donne, di 54 e 59 anni, avrebbero picchiato, strattonato e percosso a titolo gratuito le vittime, che rimanevano inermi e pietrificate davanti alle violenza subite.

Avrebbero spintonato, picchiato e percosso i loro alunni indifesi. Per questo sono state arrestate con l’accusa di maltrattamenti due maestre di una scuola materna di Vittoria, in provincia di Ragusa. Nei loro confronti gli agenti del locale commissariato e della squadra mobile di Ragusa hanno eseguito un’ordinanza del Gip che ha disposto per le due insegnanti gli arresti domiciliari. Le indagini, che si sono concluse questa mattina con il fermo delle due donne, rispettivamente di 54 e 59 anni, sono cominciate dopo l’arrivo di una segnalazione circa le violenze fisiche e verbali che i piccoli sono stati costretti a subire a titolo gratuito.

I piccoli rimanevano quasi sempre impotenti e pietrificati, come testimoniano anche alcune immagini riprese dalle telecamere installate in classe e che mostrano chiaramente le docenti spingere e strattonare le loro vittime, che non sono mai riuscite a raccontare nulla ai propri genitori. In uno dei filmati si vede addirittura una delle maestre rimproverare aspramente un bambino, strattonarlo e colpirlo al viso più volte con schiaffi. La scena avviene mentre gli altri bambini della classe sono seduti per terra e guardano l’aggressione.

Nelle prime ore del mattino le due erano già presso gli Uffici della Questura di Ragusa e, dopo le notifiche dei provvedimenti a loro carico, sono state sottoposte agli arresti domiciliari. Non è il primo caso del genere, anzi. Gli episodi di maltrattamenti di insegnanti ai danni degli alunni sono molto frequenti. Tra gli ultimi, in ordine cronologico, quello delle umiliazioni subite da un bimbo autistico di 8 anni ad Alessandria, che ha portati due delle sue maestre ad essere indagate, e quello di Udine, dove due docenti di un asilo sono state sospese per otto mesi per aver strattonato e percosso al capo i loro giovani allievi.