Vitalizi, Fico su Facebook: «Tagli dal 40 al 60%, risparmieremo 40 milioni l’anno»

0

Il presidente della Camera ha appena presentato la delibera sul taglio dei vitalizi all’Ufficio di Presidenza: saranno 1338 quelli colpiti. Entro il prossimo 5 luglio spazio agli emendamenti, poi la votazione e l’approvazione a maggioranza semplice

«Si è appena concluso l’Ufficio di Presidenza in cui ho illustrato la delibera sui vitalizi. La proposta che ho presentato prevede il ricalcolo secondo il metodo contributivo dell’attuale sistema di assegni erogati dalla Camera agli ex parlamentari. Parliamo di 1.338 vitalizi che saranno tagliati: per la maggioranza dei casi dal 40 al 60%». Lo scrive il presidente della Camera Roberto Fico su Facebook, sintetizzando i contenuti del provvedimento che, come anticipato martedì, taglierà i vecchi vitalizi ai deputati. «Gli ex parlamentari riceveranno quanto hanno versato. In questo modo eliminiamo un’ingiustizia. Dal ricalcolo potremo risparmiare circa 40 milioni di euro all’anno», aggiunge.

I passaggi formali

«Per costruire questa proposta abbiamo collaborato con Inps e Istat», spiega Fico su facebook. E il presidente della Camera, ricordando che il ricalcolo porterà un risparmio da «200 milioni di euro a legislatura» spiega: «Con la riunione di oggi la delibera è stata incardinata. Si procederà adesso all’esame da parte dei membri dell’ufficio di presidenza che potranno presentare proposte di modifica entro il prossimo 5 luglio. Poi si passerà alla votazione. Questo è un ulteriore passo per il superamento definitivo dei privilegi. Un lavoro che continueremo a portare avanti anche su altri temi qui a Montecitorio e su cui vi aggiornerò costantemente».

Le stime

Circa 40 milioni di risparmi per le casse della Camera, una cifra che si aggira intorno ai 200 milioni per l’intera legislatura. È questo l’obiettivo della «sforbiciata» che il presidente della Camera, Roberto Fico, intende dare ai vitalizi degli ex deputati, che ad oggi ammontano a 1.405. Un taglio che riguarda una platea di 1.338 vitalizi, che saranno ricalcolati secondo il metodo contributivo e che, quindi, subiranno una diminuzione dal 40 al 60% dell’importo finora percepito. Saranno invece «salvi» 67 ex deputati, il cui vitalizio non subirà alcun ritocco ma per loro viene introdotto un tetto massimo. La ratio è che con il ricalcolo avrebbero incassato un assegno di importo maggiore e, quindi, viene messo un tetto limite che si calcola sulla base dell’ultimo vitalizio percepito al 31 ottobre 2018. Infine, vengono previsti due tetti minimi: il primo pari a 980 euro, il secondo pari a 1.470. Se la riforma voluta da Fico e dai 5 stelle vedrà la luce senza modifiche, le nuove norme entreranno in vigore il 1 novembre del 2018. Le proposte di modifica dovranno essere presentate entro giovedì prossimo, 5 luglio, mentre la discussione e le votazioni si svolgeranno dalla settimana successiva. L’obiettivo di Fico è di approvare la delibera entro la fine di luglio, quindi prima della pausa estiva. Ma la riforma riguarderà solo Montecitorio. Il Senato, infatti, non ha ancora provveduto a predisporre un testo.

I voti

La delibera dovrà essere votata e approvata a maggioranza semplice. In via del tutto teorica, potrebbe votare a favore- oltre a Lega e M5S – anche il Pd, che aveva presentato, con Richetti, una proposta molto simile. Incerta la posizione di Fratelli d’Italia: sui vitalizi «una proposta valida solo per la Camera, e quindi per i deputati, ma non valida per il Senato, quindi per i senatori, è una proposta ridicola», ha detto a Radio Radicale il vicepresidente FdI della Camera, Fabio Rampelli. «Abbiamo un’intera legislatura davanti dobbiamo uniformare il sistema Camera e Senato. Noi già la scorsa legislatura in ufficio di presidenza avevamo presentato, con Cirielli, la nostra proposta sul quale il M5S si era astenuto. Anche oggi presenteremo non emendamenti ma rilanceremo la nostra proposta di modifica dei vitalizi», ha aggiunto.

 

Articolo PrecedenteMark Zuckerberg sotto attacco. I grandi investitori di Facebook vogliono spodestarlo dalla presidenza
Prossimo ArticoloAmazon, possibile parlare con cani e gatti entro 10 anni
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.