Virginia, 15 anni, malata di tumore. Alla 15enne livornese i medici avevano dato un anno di vita, che lei ha superato. In Lettonia, spiega il padre Antonio, sono disponibili cure innovative e un vaccino, che ha una probabilità di sconfiggere il tumore dal 20 al 40%. Però costa 150 mila euro. E così è stata organizzata una raccolta fondi.

Virginia T. è una ragazza di 15 anni che abita a Castiglioncello, in provincia di Livorno. Il suo futuro è condizionato da un grave problema di salute che le è stato diagnosticato nel giugno del 2019 dai neurologi di Pisa: un glioblastoma multiforme, un tumore particolarmente aggressivo al cervello. I medici le avevano dato un anno di vita. Virginia però è una lottatrice; è viva.

Una terapia costosissima
In Italia, tuttavia, per lei non ci sono più cure, l’unica speranza è la Lettonia, dove adesso si è trasferita tutta la famiglia, col padre e la madre che hanno lasciato affetti e lavoro. Il trattamento al quale deve sottoporsi costa almeno 150mila euro e così Virginia ha deciso di lanciare, attraverso la pagina Facebook di suo padre Antonio, un appello per raccogliere fondi e continuare a vivere. “È stata tentata l’operazione al Meyer di Firenze – raccontano il babbo e la mamma Antonio e Rimma al Tirreno– ma con scarso successo”. La soluzione potrebbe essere rappresentata dalla clinica privata Amber Life Clinic in Lettonia, le probabilità di sconfiggere il tumore sono fino al 40%. “La stessa cura viene somministrata in Germania , ma non a pazienti minorenni – racconta il babbo – così siamo risalita alla clinica lettone dove è nata la terapia. Siamo qui ora per preparare la bimba a ricevere la terapia”.

Per seguire la figlia, Antonio ha dovuto chiudere la propria attività temporaneamente. Mamma Rimma non lavora per motivi di salute. Hanno messo in vendita la casa. Ma a Livorno è iniziata una raccolta fondi per pagare le cure di Virginia Chi vuole contribuire può lasciare un’offerta al Mercato Centrale nei negozi Il Mondo di Penelope, la Nocineria bottega n. 50. e il Banco 403 di Dianora e Luciano attraverso l’Iban intestato a Virginia: IT17L0503425104000000002243 (chiunque può donare).

Il sogno di Virginia
“Voglio vedere il Palazzo d’Inverno a San Pietroburgo“, dice la 15enne, che ha già perso l’uso di una mano e di una gamba. Virginia ha terminato il primo anno del liceo economico-sociale dell’istituto Niccolini-Palli di Livorno e adora studiare storia. “Mi piace conoscere i popoli che hanno vissuto prima di noi – ha detto la ragazza nell’intervista al Tirreno – e poi mi piacciono le grandi costruzioni dei secoli scorsi. Vorrei anche parlare con il Presidente Mattarella, per dirgli che c’è bisogno di più giustizia”.