Viene stuprata a 16 anni e la famiglia la costringe a sfilare pubblicamente legata al suo aggressore

0
Viene stuprata a 16 anni e la famiglia la costringe a sfilare pubblicamente.

Viene stuprata a 16 anni e la famiglia la costringe a sfilare pubblicamente. Una ragazza di 16 anni è stata costretta a sfilare pubblicamente legata al suo aggressore dopo aver subito violenza sessuale. Il tutto ripreso da una videocamera. La storia arriva da un villaggio del Madhya Pradesh, in India. Ad appoggiare la pubblica umiliazione, i familiari della 16enne, ora arrestati dalle forze dell’ordine dopo che il video è diventato virale.

Un filmato che mostra una ragazza di appena 16 anni legata al suo presunto stupratore. Sfila davanti alla folla e l’intento è quello di umiliarla. Accade in un villaggio indiano in Madhya Pradesh, dove l’adolescente è stata legata con una corda all’uomo adulto che ha abusato di lei e ha dovuto sfilare davanti al resto degli abitanti. Lo stupratore sarebbe un giovane di 21 anni che ha costretto la ragazza ad avere rapporti sessuali. L’abuso, scoperto dai familiari della 16enne, è stato imputato alla ragazza invece che al suo stupratore.

Per questo motivo, i familiari dell’adolescente l’hanno costretta a sfilare legata al 21enne davanti alla folla che nel frattempo urlava insulti e la picchiava. A promuovere l’umiliazione pubblica sono stati proprio i genitori della ragazza, che l’hanno costretta a sottoporsi alla marcia. I due, come si vede nelle immagini, sono stati costretti a sedersi al centro di una fitta folla di persone prima che i familiari della 16enne iniziassero a malmenarla con l’appoggio della comunità. La clip è diventata virale e da allora sei persone sono state arrestate, incluso lo stupratore. La polizia ha liberato la ragazza e sta provvedendo ora alla sua tutela portando avanti dei processi giudiziari contro i suoi aggressori. L’India detiene un record scioccante sulla violenza sessuale, soprattutto su minori.

Uno dei casi più eclatanti agli occhi dell’opinione pubblica riguarda lo stupro avvenuto nel 2012 di una ragazza di 23 anni a bordo di un autobus a Delhi. I colpevoli erano sei uomini, che la accerchiarono sul mezzo e la violentarono brutalmente, causandone il decesso 72 ore dopo per le gravissime lesioni interne subite. La giovane divenne un simbolo e fu soprannominata dai media “Figlia dell’India”. La sua morte provocò un’ondata di proteste e manifestazioni senza precedenti che però non ha portato a sostanziali cambiamenti. Le pene per violenza sessuale sono state inasprite, ma l’attitudine alla cosiddetta “cultura dello stupro” è rimasta quasi invariata.

Articolo PrecedenteDecreto Covid approvato dal governo, le nuove misure in vigore dal 7 al 30 aprile
Prossimo ArticoloMessico, morta durante fermo di polizia: Victoria Salazar e la figlia subivano violenze dal compagno
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.