Omicidio in una casa di riposo di Vasto (Chieti). Una anziana paziente di 87 anni è stata uccisa con il trapezio collocato sulla spalliera del letto. A colpirla ripetutamente sarebbe stato un altro paziente della struttura, un uomo di 72 anni con problemi psichiatrici. Il delitto nel corso della notte.

Un omicidio in una casa di riposo. È quanto accaduto nella notte tra sabato e domenica a Vasto, nella provincia di Chieti, dove un’ospite della residenza per anziani “San Pio” è morta, uccisa a colpi di trapezio da un altro paziente della struttura. Secondo quanto ricostruito finora, il presunto omicida sarebbe un vicino di stanza dell’anziana vittima, un uomo che avrebbe problemi psichiatrici. La violenta scena è stata ripresa dal sistema di videosorveglianza attivo nella struttura. La violenza delle ferite riportate alla testa non hanno lasciato scampo alla donna nonostante l’intervento tempestivo del personale sanitario. La vittima – secondo quanto scrivono i quotidiani locali – è una signora di ottantasette anni di Vasto mentre l’uomo accusato di averla colpita col trapezio del letto ha settantadue anni ed è della provincia di Lecce. Attualmente l’uomo è in custodia sedato.

Usato per il delitto il bastone del trapezio che si trova in genere sopra i letti – Il grave fatto avvenuto nella notte ha sconvolto il personale della casa di riposo di Vasto: nessuno a quanto pare aveva notato del rancore tra i due pazienti. Il delitto sarebbe quindi un gesto inconsulto e improvviso da parte del paziente. L’oggetto impiegato nell’omicidio è il bastone del trapezio che si trova in genere sopra i letti. L’uomo lo avrebbe preso e utilizzato come arma per colpire ripetutamente la donna. Sul grave fatto sono in corso le indagini dei carabinieri. I rilievi sono stati eseguiti dai carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile. Il magistrato di turno della Procura di Vasto si è recato nella struttura. È stato già disposto il trasferimento della salma a Chieti dove nei prossimi giorni verrò eseguita l’autopsia.