Valanga Killer. Facevano parte di un gruppo di sei sciatori: “Sono entrati in una zona ad alto pericolo”. La notizia confermata dalla società pubblica del turismo.

MOSCA – Tragedia in Georgia. Tre turisti italiani sono morti a causa di una valanga. Lo riporta Interfax che cita le autorità comunali di Mestia, nella regione di Samegrelo-Alta Svanetia. Stando alle prime informazioni, il gruppo di sciatori italiani è entrato “nella zona vietata ad alto pericolo di valanghe” presso la cima di Tetnuld, dove “vi erano segnali di avvertimento”. Sotto la valanga sono finite sei persone: due recuperate incolumi dai soccorritori, una ha riportato numerose fratture e tre sono stati rinvenuti senza vita.

La notizia è stata annunciata da rappresentanti della società pubblica georgiana che si occupa di turismo invernale. Secondo i dati in possesso delle autorità, il gruppo di sciatori italiani si trovava in una zona vietata sulla cima Tetnuld, dove c’erano cartelli che avvertivano anche del pericolo valanghe. Due settimane fa, nella stessa zona, era morto un turista ucraino sempre a causa di una valanga.

In aggiornamento