Vaia: “Qualcuno vuole che virus non finisca”. Poi spiega: “Aziende farmaceutiche rispettino patti”

0
Vaia: “Qualcuno vuole che virus non finisca”. Poi spiega.

Vaia: “Qualcuno vuole che virus non finisca”. Poi spiega. Un post su Facebook pubblicato dal direttore sanitario dell’Istituto nazionale di malattie infettive Lazzaro Spallanzani ha fatto molto discutere. Francesco Vaia ha parlato di non assecondare chi auspica e lavora perché il virus non abbia mai fine. E poi ha chiarito il senso delle sue parole: “Bisogna far rispettare i patti contratti in sede europea con le aziende farmaceutiche. In una fase di emergenza come questa attuare una moral suasion perché si superi il brevetto”.

“Senza tentennamenti.Senza scorciatoie ma anche senza alchimie propagandistiche .Non inseguiamo le varianti, studiamole; non assecondiamo chi auspica e lavora perché non abbia mai fine. Con forza e determinazione, in Europa e dappertutto. Senza preclusioni e con lo sguardo dritto all’obiettivo vero: salvare le persone, tornare alla normalità”. Sono queste le parole pubblicate su Facebook da Francesco Vaia, direttore dell’Istituto nazionale di malattie infettive Lazzaro Spallanzani di Roma. Un post criptico, che lancia un’accusa: qualcuno non sta facendo bene, e sta lavorando in direzione contraria a quella cui si dovrebbe andare per la fine della pandemia. Ma chi potrebbe essere l’oggetto dell’attacco di Francesco Vaia?

Vaia chiarisce il senso del post: “Partita a scacchi tra noi e il virus”

Dato il terremoto scatenato dal post, il direttore dello Spallanzani ha deciso poi di chiarire ciò che voleva dire. Vaia, che nelle ultime settimane ha rilasciato diverse dichiarazioni in cui invitava a non terrorizzare con le varianti del virus, ha specificato che è necessario lavorare affinché siano rispettati gli accordi e siano consegnate le dosi di vaccino decise in fase di contrattazione. “La riduzione della contagiosità nella popolazione di ottant’anni e nel perso sanitario ci dice una cosa inequivocabile: il vaccino è una strategia fondamentale per uscire dalla pandemia, insieme alle terapie innovative come gli anticorpi monoclonali. Cosa dobbiamo fare: una sola cosa. Senza distrazioni, dritti all’obiettivo. Bisogna approvvigionarsi di più dosi di vaccino. Bisogna far rispettare i patti contratti in sede europea con le aziende farmaceutiche. In una fase di emergenza come questa attuare una moral suasion perché si superi il brevetto e venga concesso per esempio a industrie italiane di produrre il vaccino. Bisogna anche superare la logica geopolitica: se un vaccino è sicuro ed efficace bisogna acquisirlo immediatamente. Se lavoriamo in questa direzione usciremo dalla pandemia, diversamente si allungheranno di moltissimo i tempi”.

 

Articolo PrecedenteArresto Fabrizio Corona, Belén: “Ieri ho pianto tanto, non è lucido e ha bisogno di aiuto”
Prossimo ArticoloVenezia, scontro frontale tra due auto: morta una donna incinta di cinque mesi
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.