Usa, una coppia abbandona il figlio disabile di 12 anni in casa da solo per oltre un mese

0

Usa. Una coppia del Missouri ha abbandonato il figlio disabile di appena 12 anni a casa da solo per oltre un mese. Il ragazzino, con invalidità fisiche e mentali che lo costringono su una sedia a rotelle, è stato abbandonato completamente da solo per cinque settimane, senza che nessuno se ne prendesse cura. Un agente della polizia locale ha definito il caso come il peggiore abbandono di minore a cui avesse mai assistito.

Janine e Brendan Luke, di Blue Springs in Missouri, sono stati arrestati dopo aver lasciato il figlio disabile di appena 12 anni per oltre un mese a casa da solo. Il ragazzino, con invalidità fisiche e mentali che lo costringono su una sedia a rotelle, è stato abbandonato in casa completamente da solo per cinque settimane, senza che nessuno se ne prendesse cura. I genitori del ragazzo lo controllavano con un sistema di videosorveglianza, da lontano.

A quanto spiegano fonti di polizia, la coppia faceva anche credere ai vicini che con lui ci fosse un adulto, in modo da non destare sospetti. Sono però stati scoperti dalle forze dell’ordine, a cui hanno raccontato di aver bisogno di una vacanza vista la vita difficile che conducevano, prendendosi cura del figlio disabile che sarebbe diventato violento e avrebbe sofferto di scatti d’ira. Un agente della polizia locale, intervistato dalla rete televisiva Fox 4, ha definito il caso come il peggior abbandono di minore a cui avesse mai assistito nella sua carriera.

La coppia, entrambi di 30 anni, sono stati arrestati lo scorso 11 giugno e poi rilasciati in attesa di presentarsi di fronte al giudice la prossima settimana per rispondere alle domande degli inquirenti. Le accuse sono appunto di abbandono di minore. Il dodicenne, invece, è stato affidato ai servizi sociali. In attesa dell’udienza, alla coppia è stato vietato qualsiasi contatto con il figlio. Rintracciati dalla stampa locale, non hanno voluto rilasciare commenti.

 

Articolo PrecedenteSalerno, tenta di uccidere a coltellate il figlio di sette anni
Prossimo ArticoloLecce, giovane trovata morta davanti al pronto soccorso di Scorrano: era stata ad una festa
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.