USA, dottoressa muore di Covid. Aveva denunciato: “I medici mi stanno uccidendo perché sono nera”

0
USA, dottoressa muore di Covid. Aveva denunciato.

USA, dottoressa muore di Covid. Aveva denunciato. Susan Moore è stata ricoverata all’Indiana University North Hospital, da dove in un video diventato virale ha denunciato che i medici – tutti bianchi – non le somministravano le terapie necessarie. “Questo è il modo con cui i neri vengono uccisi, rispedendoli a casa nonostante fossero molto malati e abbandonandoli a loro stessi”.

Una dottoressa statunitense dell’Indiana è morta a causa delle complicanze del Covid-19 alcune settimane dopo essere stata ricoverata in ospedale e aver denunciato, in un video diventato virale, di essere stata maltrattata per il colore della sua pelle: Susan Moore, infatti, era un medico di colore che aveva contratto il virus facendo il suo lavoro e che all’inizio di dicembre era stata ricoverata all’Indiana University North Hospital, dove tuttavia non avrebbe ricevuto le cure adeguate. In un filmato girato dal suo letto di ospedale infatti ha raccontato che non le sono mai stati somministrati i farmaci di cui aveva bisogno e che da parte dei dottori, tutti bianchi, vi erano scetticismo e sufficienza nei suoi confronti: “Se fossi stata bianca non avrei mai sofferto così tanto. Non mi fido dei medici di questo ospedale, vogliono dimettermi nonostante abbia una grave polmonite”.

La dottoressa Moore era perfettamente consapevole della serietà del suo quadro clinico: “Spero di essere trasferita in un altro ospedale, non mi fido dell’Indiana University North Hospital. Questo è il modo con cui i neri vengono uccisi, rispedendoli a casa nonostante fossero molto malati e abbandonandoli a loro stessi”, denuncia la donna nel video pubblicato su Facebook. Susan sarebbe stata effettivamente dimessa pochi giorni dopo, ma sarebbe rimasta a casa solo 12 ore a causa di un nuovo peggioramento della situazione. Ricoverata in un altro ospedale – Saint Vincent Carmel – in un nuovo video ha raccontato: “Quei medici stavano cercando di uccidermi. Dove mi trovo ora sono tutti d’accordo nel sostenere che sono stata dimessa troppo presto; mi stanno curando per una polmonite batterica e per una polmonite da Covid-19, sto ricevendo terapie adeguate e farmaci antidolorifici”. Pochi giorni dopo però le condizioni della dottoressa sono precipitate e dopo il ricovero in terapia intensiva è morta.

Articolo PrecedenteChi ha già avuto il Covid ha gli anticorpi anche contro la variante inglese
Prossimo ArticoloScarperia, incidente mortale nella notte: muore una ragazza di 22 anni
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.