Ufficiale francese (in servizio a Napoli) era spia russa. Il ministro della difesa francese Florence Parly: “Posso confermare che l’ufficiale superiore è sotto procedimento per attentato alla sicurezza”. Da quanto riportato da radio Europe 1, il militare era di stanza in una base militare in Italia, precisamente a Napoli. L’uomo, un tenente colonnello, è stato arrestato mentre stava rientrando nel nostro paese.

Un ufficiale dell’esercito francese è stato denunciato e messo sotto inchiesta per tradimento a favore della Russia. E’ sospettato di aver fornito ai servizi segreti di Mosca documenti top-secret, secondo quanto annunciato dalla radio Europe 1 e poi confermato dalla ministra della Difesa, Florence Parly. “Posso confermare – ha detto la ministra – che un ufficiale superiore è sotto procedimento giudiziario per attentato alla sicurezza. Abbiamo preso tutte le misure necessarie. Ora è necessario che la giustizia possa fare il suo lavoro nel rispetto della segretezza dell’istruzione”.

Il caso è particolarmente scottante e imbarazzante per Parigi in quanto l’ufficiale, un tenente-colonnello, era di stanza alla Nato, in una base militare in Italia. Secondo le fonti dell’emittente Europe 1, l’ufficiale francese sospettato di spionaggio a favore dei servizi segreti russi era di stanza nella base nato di Napoli. Ha 50 anni, è padre di 5 figli e parla correntemente russo. Sarebbe stato visto insieme ad un agente dei servizi russi. Il tenente colonnello è stato fermato dalla Dgsi, i servizi di sicurezza francesi, una decina di giorni fa, al termine delle vacanze che aveva trascorso in Francia, proprio mentre si apprestava a rientrare in Italia. E’ stato denunciato e posto in stato di detenzione provvisoria nel carcere parigino della Santé.