Uccise il padre per salvare la madre, Alex Pompa è stato assolto

0
Uccise il padre per salvare la madre, Alex Pompa è stato assolto.

Uccise il padre per salvare la madre, Alex Pompa è stato assolto. La sentenza del processo che vede imputato Alex Pompa, il ragazzo che nel 2020 a Collegno uccise il padre per difendere la madre dall’ennesima violenza.

Assoluzione. È arrivata la sentenza del processo che vede imputato Alex Pompa, il giovane che il 30 aprile del 2020 a Collegno, nel Torinese, uccise il padre di 52 anni Giuseppe, per difendere la madre dall’ennesima violenza. Assoluzione perché il fatto non costituisce reato secondo la Corte d’Assise di Torino che ha deciso al termine di una camera di consiglio durata quasi sei ore.

Per Alex il pm Alessandro Aghemo aveva chiesto una pena di 14 anni: “Sono costretto a chiedere 14 anni di carcere per l’imputato”, le parole in aula del magistrato nella precedente udienza del processo. Il 30 aprile del 2020 nella casa della famiglia Pompa a Collegno si stava consumando l’ennesima lite violenta. E nel tentativo di difendere la mamma il diciannovenne colpì decine di volte il padre con sei diversi coltelli. Poi fu lui stesso ad allertare i soccorsi e confessare tutto alle forze dell’ordine. Dopo l’omicidio, il Tribunale del riesame di Torino aveva accolto la richiesta di scarcerazione avanzata dagli avvocati difensori del giovane, che aveva potuto scontare la pena ai domiciliari da un compagno di classe, in vista dell’esame di maturità poi sostenuto all’istituto alberghiero “Arturo Prever” di Pinerolo.

Alle udienze del processo, che si è aperto a Torino lo scorso 10 giugno, hanno sempre partecipato la mamma di Alex e il fratello maggiore, vicini al giovane imputato. “Alex ci ha difesi e ci ha salvato la vita. Se non fosse per lui, oggi non sarei qui”, le parole della mamma in aula in difesa del figlio. Anche oggi la donna aveva detto di sperare nell’assoluzione.

Uccise il padre per salvare la madre, Alex Pompa è stato assolto.

Giuseppe Pompa è stato descritto come un uomo violento e geloso al punto tale da spiare la moglie e chiamarla in continuazione mentre era al lavoro. Minacce e angherie in quella casa di Collegno erano la quotidianità e lo dimostrano anche alcuni audio che l’avvocato di Alex ha fatto ascoltare in aula. Vittima da anni di abusi e maltrattamenti, la mamma di Alex era sempre rimasta in silenzio. “Mi vedo costretto a proporre una pena così elevata. È il dispositivo normativo che mi impedisce di fare diversamente”, le parole del pm quando aveva chiesto una condanna a 14 anni di reclusione per il ragazzo. Il legale difensore di Alex, Claudio Strata, stamane aveva invece chiesto l’assoluzione piena, ribadendo come il giovane abbia agito per legittima difesa.

Uccise il padre per salvare la madre, Alex Pompa è stato assolto.

Articolo PrecedenteIl vaccino anti Covid diventerà obbligatorio anche per insegnanti, militari e forze di polizia
Prossimo ArticoloStrappata dalle braccia della mamma e gettata in piscina durante una rapina, Maria muore a 9 mesi
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.