Uccide per sbaglio il nipotino mentre pulisce la pistola: nonno condannato a tre anni

0
Uccide per sbaglio il nipotino mentre pulisce la pistola.

Uccide per sbaglio il nipotino mentre pulisce la pistola. Giandomenico Tozzi, un settantasettenne ex cancelliere romano accusato di omicidio colposo, è stato condannato a tre anni e quattro mesi di reclusione dal gup con il rito abbreviato, per aver sparato per sbaglio, ad agosto dell’anno scorso, un colpo ferendo il nipotino di cinque anni che è morto.

Tre anni e quattro mesi di reclusione è la pena alla quale è stato condannato il nonno, che ha ucciso il suo nipotino Massimo di cinque anni, con un colpo di pistola alla testa, partito per sbaglio mentre puliva l’arma in casa. Una tragedia della quale dovrà pagare il doloroso prezzo Giandomenico Tozzi, un settantasettenne ex cancelliere, ritenuto responsabile di omicidio colposo. Come riporta Il Corriere della Sera, la decisione del giudice dell’udienza preliminare è arrivata ieri, martedì 16 marzo, al termine del processo celebrato con il rito abbreviato, che prevede in caso di delitto la riduzione di un terzo della pena. Accolta la richiesta avanzata dalla Procura per la mancata concessione delle attenuanti generiche: secondo il pubblico ministero infatti, quello commesso dall’imputato è stato uno sbaglio grave. In aula suo figlio, padre del bambino, che non ha voluto lasciarlo solo in quella che è una vicenda profondamente drammatica. Entrambi i genitori del bambino hanno depositato una lettera per dichiarare esplicitamente di averlo perdonato.

Nonno spara per sbaglio al nipotino e lo uccide

I fatti che hanno portato alla prematura scomparsa del piccolo Massimo risalgono alla mattinata del 13 agosto scorso, quando Valerio insieme al bambino sono andati a trovare il padre nella sua abitazione in via Val Sillaro, in zona Conca d’Oro a Roma. L’ex cancelliere stava pulendo le armi che deteneva regolarmente, perché appassionato, in salotto e il nipotino lo guardava incuriosito. Improvvisamente, un colpo è partito da una pistola e ha raggiunto il bambino, ferendolo gravemente. Al rumore dello sparo è accorso il padre, che nel frattempo era in un’altra stanza, e ha trovato il figlioletto privo di sensi, riverso in una pozza di sangue, con il padre sotto choc. Inutile ogni tentativo di salvargli la vita, per il piccolo, morto poco dopo l’arrivo al Policlicnico Umberto I in codice rosso, non c’è stato purtroppo nulla da fare. I medici usciti dalla sala operatoria, dove lo avevano sottoposto ad un delicato intervento chirurgico, ne hanno poi dichiarato la morte cerebrale.

Articolo Precedente“La vita è più forte di tutto”. Sabrina, incinta dopo mesi di chemioterapia dà alla luce un bimbo
Prossimo ArticoloFracasso: Canzoni, Amore e delusioni. Intervista esclusiva
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.