Turista. In Giordania un cittadino italiano di 35 anni, Alessandro Ghisoni di Piacenza, è morto mentre era in vacanza a Petra uccisa da massi caduti a causa delle abbondanti piogge degli ultimi giorni. Il ragazzo pare fosse insieme ad altre connazionali quando si è verificato l’incidente, sul quale indagano le forze dell’ordine locali.

Dramma in Giordania, dove un cittadino italiano di 35 anni, Alessandro Ghisoni, originario di Piacenza, è morto mentre era in vacanza a Petra. È stato ucciso da alcuni massi caduti nella famosa località culturale, a circa 250 km a sud della capitale Amman, in seguito alle abbondanti piogge. Lo hanno reso noto i media locali. Il giovane pare fosse in compagnia di altri tre connazionali, tra cui la moglie Sonia, che aveva sposato lo scorso luglio, e i suoi due cognati, come riporta Libertà, quando si è verificato l’incidente.

In corso le indagini da parte delle forze dell’ordine locali, che stanno anche visionando le immagini riprese dalle telecamere di sorveglianza per cercare di ricostruire l’accaduto e dalle quali emerge che non vi erano altre persone nel sito monumentale al momento della tragedia oltre al suo gruppo. A quanto pare la vittima sarebbe stata colpita sulla testa da un masso staccatosi dall’alto. Dopo essersi accasciato, ha perso i sensi ed è stato soccorso da due medici che facevano parte della comitiva di escursionisti che erano con lui. Poi però il suo cuore ha smesso di battere durante il trasporto in ospedale. Ghisoni lavorava come ingegnere alla Bolzoni di Casoni di Podenzano, dove era molto apprezzato non solamente per la sua preparazione professionale, ma anche per le doti umane.