Trivelle, Verdi: ‘Andremo in procura’. Emiliano: ‘Governo può fermarle’

0

Bonelli: ‘Di Maio ha ignorato parare contrario Regione Puglia’

“I ministri Di Maio e Costa devono dire la verità agli italiani. Il ministero dello Sviluppo economico ha rilasciato l’autorizzazione per i permessi di ricerca nel Mar Ionio il 7 dicembre. Noi siamo in grado di produrre un atto della Regione Puglia che ha dichiarato il parere negativo su quelle opere dal punto di vista dell’impatto ambientale. Di quelle cose non si è tenuto conto e per questo noi ci rivolgeremo alla Procura della Repubblica di Roma“. Lo ha detto Angelo Bonelli dei Verdi.

“Non è vero quanto hanno detto i ministri Di Maio e Costa che non hanno autorizzato le trivelle nel Mar Ionio – ha detto Bonelli a Roma nel corso di una conferenza stampa davanti a Montecitorio – Sul sito del Ministero dello Sviluppo economico queste autorizzazioni sono visibili da pagina 25 fino a pagina 38 del Buig (Bollettino ufficiale degli idrocarburi e delle geo risorse, n.d.r.), firmate dal direttore generale”. Secondo Bonelli “in data 2015 la Regione Puglia ha espresso un parere negativo di valutazione di impatto ambientale su quelle opere. Il ministro Di Maio poteva tranquillamente verificare il dossier trivelle e sulla base di questo parere chiedere un’ulteriore istruttoria. E’ stato disattento, spero solo disattento”.

Intanto anche il governatore della Puglia, Michele Emiliano, torna a intervenire. Sulla vicenda trivelle i ministri Di Maio e Costa hanno “affermato che, una volta intervenuta la Via favorevole, l’autorizzazione sarebbe un ‘atto dovuto’ e il dirigente, a meno di non compiere un reato, non avrebbe potuto negarla. I ministri, trincerandosi dietro una assurda e inesistente ipotesi di reato, hanno volutamente omesso di considerare che, in sede di autotutela, l’amministrazione statale avrebbe potuto disporre il riesame Via”.

Articolo PrecedenteMassa: baby gang tenta uccidere coetaneo, 3 arresti
Prossimo ArticoloClochard investito e ucciso a Roma da un pirata della strada. Il cane lo veglia
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.