Trentamila file pedopornografici con bimbi seviziati e richieste di incontri sessuali: un arresto

0
Trentamila file pedopornografici con bimbi seviziati e richieste di incontri sessuali

Trentamila file pedopornografici con bimbi seviziati e richieste di incontri sessuali. Un uomo di 52 anni è stato arrestato a Gorizia per pedopornografia. La polizia ha trovato nel suo computer oltre 30mila file, tra foto e filmati, con protagonisti bambini anche molto piccoli che venivano sottoposti a violenze e sevizie. Denunciate due persone, una di Napoli e una di Padova, e sequestrate criptovalute.

Un 52enne di Gorizia è stato arrestato dalla Polizia di Stato di Trieste e altre due persone sono state denunciate nell’ambito dell’operazione chiamata “Web Oscuro” che ha permesso anche di sequestrare 30.000 file pedopornografici e criptovalute. Nei confronti dell’arrestato è stata eseguita una perquisizione che ha permesso di ritrovare migliaia di file pedopornografici con bambini, anche molto piccoli, raffigurati mentre venivano sottoposti a violenze e sevizie. L’uomo, a quanto emerso, aveva accuratamente protetto i suoi account e i suoi sistemi con tecniche di anonimizzazione.

Richieste di materiale pedopornografico in chat
Dall’analisi dei dispositivi informatici, eseguita dagli investigatori della Polizia Postale – Centro Nazionale di Contrasto alla Pedopornografia Online, sono emerse 2.000 chat contenenti richieste di scambio di materiale pedopornografico, nelle quali il 52enne di Gorizia proponeva nel dark web minori che, stando alle chat, sarebbero stati disponibili per incontri sessuali dal vivo. Inoltre è stato ritrovato un wallet, per la gestione delle criptovalute, dove confluivano i proventi della vendita del materiale multimediale raffigurante i minori.

Web oscuro, un arresto e due denunce
Sono ancora in corso accertamenti, anche di carattere internazionale, volti a riscontrare l’effettiva e reale disponibilità dei minori proposti nei cataloghi e identificare altri interlocutori. Oltre al 52enne di Gorizia arrestato, nell’ambito dell’operazione sono stati anche denunciati due italiani, uno residente in provincia di Padova e uno Napoli, che hanno scambiato messaggi con l’uomo. In un caso parlavano di un incontro con minori di 14 anni per scopi sessuali e in un altro di ricevere materiale pedopornografico. Le perquisizioni a loro carico, eseguite con la collaborazione della Polizia Postale di Venezia e di Napoli, hanno consentito di sequestrare numerosi dispositivi informatici contenenti materiale pedopornografico, oltre agli account utilizzati per le attività delittuose.

Articolo PrecedenteCome ottenere il green pass per viaggi, matrimoni ed eventi: tutto quello che c’è da sapere
Prossimo ArticoloRussia, orso divora un 16enne in un parco: turista lo uccide con un temperino
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.