Tragico incidente. A perdere la vita è un uomo di 58 anni di Sant’Antonino di Susa, Michele Conia, e un automobilista di 36 anni, Maicol Sibille. La tragedia si è consumata nella tarda serata di giovedì lungo la strada statale 25 del Moncenisio, in Val di Susa. Inutili per loro i soccorsi medici allertati dagli altri automobilisti.

Un drammatico incidente stradale è costato la vita a due automobilisti nelle scorse ore in Piemonte. La tragedia nella tarda serata di, giovedì 5 marzo, lungo la strada statale 25 del Moncenisio, in Val di Susa. Fatale per le due vittime uno scontro frontale avvenuto nel territorio del comune di Bruzolo, nella città metropolitana di Torino. Il violento impatto all’altezza dello stabilimento Raicam quando una delle due vetture coinvolte avrebbe invaso la corsia opposta scontrandosi inevitabilmente con l’altra auto. A perdere la vita è un uomo di 58 anni di Sant’Antonino di Susa, Michele Conia, e un automobilista di 36 anni, Maicol Sibille. Per loro purtroppo si sono rivelati inutili i successivi soccorsi medici allertati dagli altri automobilisti di passaggio.

Il 58enne è stato estratto dalle lamiere contorte della sua vettura già privo di vita e i soccorsi sanitari del 118 non hanno potuto fare altro che constatare il decesso. Per il 36enne invece si è tentata una disperata corsa in ospedale con l’ambulanza dopo le prime manovre rianimatorie sul posto ma purtroppo l’automobilista è deceduto poco dopo il suo arrivo in pronto soccorso. Sul luogo della tragedia, oltre ai sanitari e ai vigili del fuoco, sono intervenuti anche i carabinieri per i rilievi del caso che aiuteranno a stabilire l’esatta dinamica dei fatti.

Secondo una prima ricostruzione dell’accaduto, la Opel Meriva guidata dal 58enne avrebbe improvvisamente sbandato invadendo l’altra corsia in cui in quel momento sopraggiungeva una Fiat Punto guidata dal 36enne. Inevitabile l’impatto che ha portato alla tragedia. L’ipotesi principale è che il 58enne abbia accusato un malore mentre era alla guida