Tragedia sfiorata a Palermo. Il tutto è accaduto in via Ammiraglio Persano: una pattuglia è stata fermata da alcuni cittadini che hanno chiesto aiuto per le condizioni di una bambina di soli 6 mesi. La piccola era già cianotica. I vigili urbani si sono quindi affrettati a portarla al pronto soccorso. Entrata in codice rosso, è stata rianimata dal personale sanitario.

I vigili urbani di Palermo hanno salvato una bambina di appena 6 mesi. Tragedia sfiorata nel capoluogo siciliano, quando ieri pomeriggio una pattuglia della polizia municipale ha soccorso una neonata in pericolo di vita. Il tutto è accaduto in via Ammiraglio Persano: una pattuglia è stata fermata da alcuni cittadini che hanno chiesto aiuto ai vigili per le condizioni di una bambina di soli 6 mesi. La piccola era già cianotica. Gli agenti, insieme a un soccorritore, si sono affrettati a portarla all’ospedale Cervello: entrata in codice rosso al pronto soccorso, è stata rianimata dal personale sanitario.

A quanto riportano i media locali, da qualche giorno la piccola aveva la febbre. Era anche stata sottoposta a tampone per verificarne la positività al Covid-19, ma era risultata negativa al coronavirus. Giunta al pronto soccorso, la piccola è stata stabilizzata. Una volta che le condizioni di salute sono risultate abbastanza buone, la bambina è stata trasferita nel reparto di Neuropsichiatria infantile dell’ospedale Di Cristina – Benfratelli e le sue condizioni sarebbero ora discrete. Il primo cittadino di Palermo, Leoluca Oralando, e il vicensindaco, Fabio Giambrone, si sono complimentati con i vigili urbani per il loro pronto intervento: “Questo intervento dimostra ancora una volta come la polizia municipale sia un Corpo vicino ai cittadini e pronto a rispondere in ogni momento a tutte le esigenze”. Anche il comandante Vincenzo Messina ha commentato la vicenda, sottolineando come “in ogni momento gli agenti della polizia municipale dimostrano il proprio attaccamento al lavoro ed alla città, sempre con grande professionalità ed umanità”.