Tragedia nella città del Medio Campidano di Villacidro: inutili i soccorsi immediati del 118. Erano circa le 13. Alla 63enne, che stava pranzando, il cibo è rimasto bloccato in gola. Pare che non ci fossero altri familiari presenti, è stato un passante a dare l’allarme.

Stava mangiando tranquillamente in casa sua quando, all’improvviso, un boccone le è andato di traverso ed è morta soffocata. Il dramma si consumato ieri 20 aprile in una abitazione di Villacidro, piccolo comune della provincia del Sud Sardegna. Erano circa le 13. Alla 63enne, che stava pranzando, il cibo è rimasto bloccato in gola. Non è chiaro al momento se era da sola o ci fossero altri familiari.

L’allarme è scattato poco dopo, con l’arrivo sul posto di un’ambulanza e dei carabinieri che sono stati fermati da un passante. Pare dunque che la sventurata fosse da sola nel momento in cui è avvenuta la tragedia. Sul posto, un’ambulanza del 118 e i carabinieri ella stazione locale, fermati da un passante mentre la pattuglia transitava in zona. Inutili si sono rivelati i tentativi di rianimazione del persone medico intervenuto nell’abitazione della 63enne, per la donna era già troppo tardi.