Tragedia di Cabiate, confessa l’ex compagno della madre: “Ho abusato di Sharon e l’ho uccisa”

0
Tragedia di Cabiate, confessa l’ex compagno della madre. “Sono stato io a uccidere Sharon”.

Tragedia di Cabiate, confessa l’ex compagno della madre. “Sono stato io a uccidere Sharon”. Dopo mesi dall’arresto ha confessato oggi martedì 18 maggio davanti al pubblico ministero Gabriel Robert Marincat, il 25enne in carcere dallo scorso gennaio con l’accusa di aver ucciso la bimba di 18 mesi a Cabiate, in provincia di Como, lo scorso gennaio. Ora non ci sono più dubbi: da quanto emerso dalla confessione, l’uomo ha prima abusato della piccola e poi l’ha picchiata fino alla morte.

Ha confessato Gabriel Robert Marincat, il 25enne in carcere dallo scorso gennaio con l’accusa di aver ucciso la bimba di 18 mesi a Cabiate, in provincia di Como, lo scorso gennaio. Dopo mesi davanti al pubblici ministero Antonia Pavan ha confessato l’omicidio: “Ho abusato di Sharon poi, l’ho picchiata fino a ucciderla”. A svelare già la tragica morte era stata in un primo momento l’autopsia che aveva svelato sia la violenza sessuale sia che la piccola aveva subito colpi ripetuti e violenti per tutto il giorno.

La confessione oggi davanti al pubblico ministero
Con la confessione di oggi davanti al pubblico ministero sono stati confermati tutti i dubbi. Gabriel Robert Marincat ha confessato facendo così cadere dunque tutta la sua versione sostenuta già fin da poche ore dopo l’accaduto: i fatti risalgono all’11 gennaio quando il 25enne si trovava da solo in casa con Sharon, la figlia della sua compagna. Marincat – che è stato arrestato due settimane dopo, il 25 gennaio, con l’accusa di morte causata da maltrattamenti e violenza sessuale aggravata – ha spiegato che la bambina stava giocando con una stufetta elettrica quando le sarebbe caduta in testa. Così Sharon avrebbe pianto, ma poi si era rimessa a giocare. Un’ora dopo si sarebbe  addormentata. L’uomo ha poi raccontato che solo dopo alcune ore si sarebbe accorto che la piccola stava male: ha così chiamato i soccorsi che l’hanno trasportata in elicottero all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo. Per la bambina però non c’è stato nulla da fare. I segni evidenti sul corpo della bimba prima e l’autopsia dopo avevano fin da subito messo in dubbio la versione dell’uomo. Fino alla confessione di oggi che ha sciolto ogni dubbio.

 

Articolo PrecedenteSavona, stupro di gruppo su 2 minorenni: 5 indagati, sui social il video della violenza
Prossimo ArticoloAlmeno 50 migranti morti in un naufragio al largo della Tunisia: 33 sopravvissuti
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.