Tragedia a Comiso, Andrea perde il controllo della moto e muore a 14 anni davanti ai genitori

0
Tragedia a Comiso, Andrea perde il controllo della moto e muore a 14 anni davanti ai genitori.

Tragedia a Comiso, Andrea perde il controllo della moto e muore a 14 anni davanti ai genitori. La vittima del terribile incidente stradale è Andrea Alabiso, giovanissimo studente del liceo scientifico Carducci di Comiso e giovane leva della locale squadra di calcio cittadina. Secondo una prima ricostruzione infatti, i genitori seguivano il ragazzo con la loro auto quando è avvenuto l’incidente mortale.

L’ennesima tragedia della strada è costata la vita a un ragazzino di soli 14 anni nelle scorse nel Ragusano. Il dramma si è consumato nella tarda serata di sabato tra le strade di Comiso dove la vittima ha perso il controllo della moto su cui viaggiava e, dopo essere uscito fuori strada con il mezzo, si è schiantato violentemente. La vittima del terribile incidente stradale è Andrea Alabiso, giovanissimo studente del liceo scientifico Carducci di Comiso e giovane leva della locale squadra di calcio cittadina. La tragedia in pochi attimi mentre l’adolescente percorreva via Biscari in sella alla sua moto per rientrare a casa.

A lanciare l’allarme sono stati i genitori dell’adolescente che hanno assistito all’intera scena senza poter fare nulla per salvarlo. Secondo una prima ricostruzione infatti, i genitori seguivano il ragazzo con la loro auto quando è avvenuto l’incidente mortale. Per motivi tutti da chiarire, Il ragazzo avrebbe perso il controllo del mezzo sbandando e finendo fuori strada dove ha impatto con violenza contro un palo. Un impatto devastante che purtroppo non ha lasciato scampo ad Andrea Alabiso. Inutili per il quattordicenne i soccorsi medici da parte del personale del 118 accorso sul posto. Quando l’ambulanza è arrivata sul luogo dell’incidente, le sue condizioni di salute sono apparse sin da subito molto gravi. Il ragazzo è stato rianimato e caricato in ambulanza per il trasporto in codice rosso in ospedale ma purtroppo ogni sforzo per salvarlo si è rivelato vano e Andrea è deceduto poco dopo l’arrivo all’ospedale Guzzardi di Vittoria.

La notizia della morte del 14enne ha gettato nello sconforto l’intera comunità di Comiso. “La notizia della improvvisa, tragica, scomparsa di Andrea Alabiso colpisce particolarmente la nostra comunità cittadina, già fortemente provata dall’attuale congiuntura. L’amministrazione comunale tutta si stringe ai familiari, cercando di lenire il dolore senza fine delle famiglie Alabiso ed Elia. Chiunque può dedichi una preghiera, un momento di riflessione, un pensiero a questo giovane virgulto, impegnato nello sport, innamorato della vita, come è giusto e naturale, soprattutto alla sua età” ha fattao sapere il sindaco annunciando il lutto cittadino.

“Abbiamo perso un piccolo grande campione, il nostro Andrea Alabiso ha lasciato il campo verde arancio per raggiungere il campo di Dio dove insegnerà agli angeli a calciare un pallone. A soli 14 anni si è spenta la vita di un grande giocatore ma soprattutto di un grande ragazzo sempre sorridente, pronto a vincere ma soprattutto pronto a scherzare con gli altri” è il messaggio della locale società sportiva in cui il 14enne militava a cui si sono uniti decine di persone con messaggi di cordoglio per la famiglia.

Articolo PrecedenteMilano, accoltella il fratello alla schiena con un paio di forbici: arrestato per tentato omicidio
Prossimo ArticoloAddio a Simone Bedon, morto a 43 anni il fondatore di Sos Emergenza: lascia un figlio di pochi mesi
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.