Tornano per cercare il portafoglio perso nel pub. Il proprietario del Manhattan, noto pub in Barriera di Milano a Torino, ha mandato via dei clienti con cui discuteva sparando in aria qualche colpo di pistola (con un’arma rubata): è stato arrestato dai carabinieri per detenzione e porto abusivo di armi, minaccia aggravata e ricettazione.

Un portafogli dimenticato ha innescato una lite al culmine della quale sono stati esplosi dei colpi di arma da fuoco. I fatti sono avvenuti a Torino nella notte tra sabato e domenica. Sede del diverbio è stato il Manhattan, storico pub di borgo Vittoria in via Giachino. I clienti sono stati tornati nel locale per cercare il portafogli che avevano perso e il titolare ha sparato in aria per farli andare via. Stando a quanto ricostruito, gli avventori si erano presentati dopo l’orario di chiusura del pub chiedendo di poter entrare a controllare se avessero perso lì un portafogli. Ne è nata una discussione che presto è degenerata. Il titolare, 60 anni, non ne ha voluto sapere di farli entrare e, ad un certo punto, ha estratto una Smith&Wesson calibro 38 e ha sparato un colpo in aria.

I residenti della zona, sentendo gli spari, hanno immediatamente chiamato i carabinieri, che a un controllo hanno anche scoperto che la pistola utilizzata per cacciare dal locale i clienti molesti era stata rubata nel 2014.  All’interno dello zaino del 60enne, oltre al revolver, sono stati trovati 5 proiettili e un bossolo inseriti nel tamburo, più altre tre munizioni dello stesso. I militari dell’Arma l’hanno inviata al Ris di Parma per verificare se sia stata utilizzata in passato per commettere altri reati.Il titolare del pub è stato arrestato per detenzione e porto abusivo di armi, minaccia aggravata e ricettazione.