Torna a casa e la trova occupata, 86enne disperato: “Carabinieri dicono che non possono fare nulla”

0
Torna a casa e la trova occupata, 86enne disperato

Torna a casa e la trova occupata, 86enne disperato. Il signor Ennio ha 86 anni: era andato a fare delle visite mediche, ma quando è tornato la chiave nella toppa non girava più. Dentro casa sua adesso c’è una donna, e lui da allora non è mai più entrato nella sua abitazione. Nemmeno per prendere le sue medicine salvavita: “Dicono che ci vuole il magistrato”, ha spiegato.

“Questi sono dei mascalzoni, dei farabutti, come si fa a fare una cosa del genere? Io non sto bene, soffro di cuore, non mi posso emozionare. Non mi hanno fatto entrare nemmeno per prendere le mie medicine salvavita e le ricette per acquistarle”. A parlare, a Fanpage.it, è Ennio. Vi avevamo già raccontato ieri la sua storia: è un signore di 86 anni che a ottobre si era assentato qualche giorno dalla sua abitazione nel quartiere Don Bosco per fare delle visite mediche. Al suo ritorno ha trovato l’abitazione occupata. La chiave nella toppa non entrava più, la porta presentava evidenti segni di scasso. La serratura era stata evidentemente cambiata. Il signor Ennio si è spaventato e ha deciso di fare ciò che gli sembrava più sensato per tutelarsi: chiamare i carabinieri. Ma le cose non sono andate come sperava.

A proseguire il racconto è Alessandro Olivieri, legale del signor Ennio. “I militari hanno suonato e ha aperto una signora. Le hanno chiesto i documenti, detto a Ennio di aspettare e sono entrati nell’appartamento. Una volta usciti, hanno detto al signore che erano molto dispiaciuti ma che doveva allontanarsi, denunciare l’accaduto, e magari con l’aiuto di un avvocato provare a tentare un po’ di strade per rientrare in possesso di ciò che è suo”. Ennio non sta bene. Soffre di cuore e ha bisogno di prendere delle medicine per poter vivere. Ha quindi chiesto ai carabinieri di poter entrare per prendere le sue medicine salvavita e le ricette per acquistarle, ma non lo hanno fatto entrare. “Mi hanno detto che ci vuole il magistrato”, ha continuato Ennio amareggiato.

E nel quartiere di Don Bosco c’è sgomento per quanto accaduto. “Uno esce e va a fare una visita, un’analisi del sangue, e trova casa occupata, ma stiamo scherzando? I carabinieri dovevano far uscire immediatamente la signora”, commenta un vicino. Nessuno si è reso conto che qualcuno stava entrando in casa dell’uomo mentre lui non c’era. Una ragazza ha successivamente detto di aver sentito dei rumori verso le 3 di notte, ma nessuno avrebbe mai immaginato che gli stavano occupando l’abitazione. “Abbiamo chiesto un sequestro preventivo in modo da tutelare la proprietà e i beni del signore – conclude l’avvocato – e la rimessa in possesso della casa. Ma non è detto che quando rientrerà ritroverà tutte le sue cose di valore. Nessuno lo ha tutelato”.

 

Articolo PrecedenteOmicidio-suicidio a Torino, la chiamata al 112: “Ho ucciso mia moglie. Vi lascio la porta aperta”
Prossimo ArticoloCuce la bocca alla compagna e le spacca la faccia con una mazza: 39enne condannato a 3 anni
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.