Torino: stanco di stare a casa, va in giro con la motosega e minaccia chi cerca di fermarlo

0

Torino. Stanco delle misure di contenimento anticoronavirus, ha pensato di andarsene in giro senza motivi portandosi dietro una motosega come strumento di dissuasione per chi avesse voluto contestare la sua decisione. Alla vita dei carabinieri ha acceso la motosega e minacciato anche i militari dell’arma che lo hanno arrestato.

Momenti di paura nelle scorse nella tranquilla comunità di Alpette, nella città metropolitana di Torino, quando un uomo del posto, stanco delle misure di contenimento anticoronavirus che impongono di non uscire di casa ha pensato di andarsene in giro senza motivi portandosi dietro una motosega come strumento di dissuasione per chi avesse voluto contestare la sua decisione. Protagonista della storia un uomo di 54 anni che è arrivato a minacciare persino i carabinieri intervenuti sul posto per fermarlo. L’episodio si è concluso con l’inseguimento e l’arresto del cinquantaquattrenne. L’uomo è stato fermato e arrestato dai militari dell’arma non senza difficoltà ed è finito così in carcere a Ivrea con le accuse di resistenza e minaccia a pubblico ufficiale.

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, pare che l’uomo avesse già messo in pratica il suo proposito nei giorni scorsi ma alla seconda uscita di casa, i suoi concittadini hanno deciso di agire e chiamare le forze dell’ordine. I carabinieri della stazione di Cuorgnè intervenuti sul posto lo hanno rintracciarlo tra le stradine della cittadina per cercare di calmarlo e riportare la situazione alla normalità ma come risposta il 54enne ha acceso la motosega minacciando anche i militari. Non contento ha cercato di scappare, dirigendosi verso la piazza di Alpette, ma è stato inseguito e raggiunto e infine bloccato dopo una colluttazione. Per lui poltre all’arresto anche la multa per aver violato il divieto di uscire se non per motivi di estrema necessità

PRECISAZIONI

In poche parole l’uomo, un 55enne di Alpette (Torino), è uscito per due volte di casa armato di motosega. La prima sera i concittadini non lo hanno contrastato, ma quando hanno visto che l’episodio si ripeteva la sera dopo hanno allertato le forze dell’ordine. All’arrivo dei Carabinieri – scrive Quotidiano Piemontese – l’uomo ha tentato la fuga per poi minacciare i militari con la motosega, ma è stato disarmato e arrestato.

Quotidiano Piemontese riporta che l’uomo si comportava così in quanto stufo della quarantena, ma non è esatto. La Stampa scrive che l’uomo, dopo aver minacciato i militari di Cuorgné ha tentato la fuga verso il centro del paese ma è stato subito raggiunto e fermato. Ora si trova al carcere di Ivrea e deve rispondere di resistenza e minacce a pubblico ufficiale. L’uomo –– ha anche ricevuto una multa per aver violato il decreto.

La Stampa, anch’essa, parla di esasperazione da quarantena ma usa l’avverbio evidentemente il che non rende certa l’affermazione e infatti Today scrive che non sono chiare le ragioni del suo comportamento.

Fa più chiarezza La Sentinella, che riporta che l’uomo non è nuovo a questi episodi e proprio qualche giorno fa era stato accompagnato sempre dai militari al reparto psichiatrico dell’ospedale di Ivrea. L’uomo era riuscito a scappare ed era tornato a casa, dove aveva iniziato a dare in escandescenze.

Parliamo di precisazioni in quanto il fatto è avvenuto ma i motivi del suo gesto sembrano legati ad altre cause, non esattamente all’isolamento per il Coronavirus. Non è detto quindi che fosse stufo della quarantena.

 

Articolo PrecedenteMafia nigeriana in Sardegna, arrestano un pericoloso latitante sfuggito alla cattura nel 2012
Prossimo ArticoloVeronica, 25 anni, laureata da una settimana in medicina e già in prima linea contro il coronavirus
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.