Un uomo di 38 anni ha provato a sgozzare la moglie di 35 davanti ai figli piccoli. È successo ieri a Taranto. Dopo aver tentato la fuga, l’aggressore è stato fermato dalle forze dell’ordine con l’accusa di tentato omicidio. La donna, che presentava numerose ferite da taglio al collo, è stata trasferita in ospedale dove resta ricoverata con prognosi riservata.

Tragedia sfiorata a Taranto, dove un uomo di 38 anni ha tentato di sgozzare la moglie davanti allo sguardo attonito dei due figli piccoli. Dopo aver tentato la fuga, è stato poi bloccato e fermato dagli agenti della Volante con l’accusa di tentato omicidio. I fatti si sono svolti ieri pomeriggio in un appartamento del rione Tamburi. L’aggressore ha 38 anni e la donna 35. Quest’ultima è stata trovata con numerose ferite da taglio al collo. Soccorsa dal 118 e trasportata in ospedale, è stata ricoverata con riserva di prognosi, ma non sarebbe comunque in pericolo di vita. Gli agenti hanno sequestrato nell’appartamento il coltello utilizzato per l’aggressione, che sarebbe arrivata al culmine di una lite tra i due.

Stando ad una prima ricostruzione dei fatti, dopo essere stata colpita al collo con un fendente, la vittima si è accasciata sul pavimento e quel punto l’aggressore è fuggito. È stata la stessa donna a chiedere l’intervento della Polizia e del 118. Al loro arrivo gli agenti l’hanno trovata sanguinante insieme ai figli piccoli. Immediatamente è stata condotta in ospedale dove le sono state suturate le ferite, mentre l’uomo è stato arrestato.