Un arresto cardiaco ha ucciso Cristian Zanetti mentre si trovava insieme alla moglie e al figlio piccolo. Il 49enne era titolare da oltre vent’anni della Cizeta Impianti srl, ditta specializzata nel settore dell’impiantistica. Ma era anche runner della Biotekna di Marcon, in provincia di Venezia.

L’improvviso malore, quindi la corsa in ospedale e poi il ricovero. Ma il suo cuore ha ceduto a soli 49 anni. Cristian Zanetti è morto domenica notte all’ospedale dell’Angelo di Mestre in seguito ad arresto cardiaco, lasciando la moglie e i due figli. Era uno dei runner della Biotekna di Marcon, in provincia di Venezia, sempre in forma, ma la sua vita si è spenta davvero troppo presto. “Un fulmine a ciel sereno, ho faticato a credere che fosse vero quando si è sparsa la voce in paese”. È stato il commento dell’ex sindaco di Marcon, Andrea Follini, alla notizia della scomparsa dell’imprenditore, titolare da oltre vent’anni della Cizeta Impianti srl, ditta specializzata nel settore dell’impiantistica.

Il malore e poi la morte
Quando si è sentito male, sabato, si trovava nella sua abitazione, insieme alla moglie e al figlio più piccolo, i quali hanno chiamato immediatamente i soccorsi. Ogni soccorso purtroppo è stato inutili. Ed ora sono in tantissimi a piangerlo, dagli atleti di Attivamente, il gruppo con il quale collaborava e che organizza la CorriMarcon, cresciuto in questi anni anche grazie a lui, all’Atletica Biotekna dov’era iscritto proprio per via dell’attività di atleta. Alla famiglia le condoglianze del consigliere Andrea Follini, parrocchiano, che con Cristian ha organizzato molti eventi.

I funerali di Cristian Zanetti
Cristian Zanetti era anche molto impegnato a Gaggio, dove era presidente dell’associazione San Bartolomeo, che prende il nome del patrono della chiesa di Gaggio e che organizza la festa parrocchiale. Ieri alle 19 si è tenuto il rosario in suo ricordo, mentre il funerale è stato fissato per oggi alle 15, sempre nella chiesa di Gaggio.