Incidente mortale a Oatlands, a Sydnney, in Australia: un 29enne, risultato positivo all’alcoltest, ha travolto un gruppo di 7 minori che stava passeggiando sul marciapiedi. Quattro di loro sono morti sul colpo: si tratta di tre fratellini e una loro cugina, tutti minori di 12 anni. Tra i feriti, un bambino di 11 anni verserebbe in gravi condizioni.

Sono stati travolti e falciati da un ragazzo di 29 anni che viaggiava a velocità sostenuta mentre era ubriaco. Tragedia a Sydney, in Australia, dove quattro minori, tutti di età inferiore ai 12 anni, sono morti, e altri tre risultano feriti, in seguito ad un incidente stradale verificatosi nello scorse ore. Come ha riferito la polizia locale, tre delle vittime erano fratelli, mentre la quarta era una loro cugina. L’intero paese è sotto choc. “Ieri ho perso tre dei miei figli”, ha detto tra le lacrime in tv il papà dei tre, Daniel Abdallah. “Non ho più forze, tutto quello che voglio dire è a chi guida un’auto di stare attenti. Questi ragazzi stavano innocentemente camminando e giocando. Stamattina mi sono svegliato senza tre dei miei figli”, ha aggiunto.

A morire sul colpo sono stati Siblings Antony, 13 anni, Angelina, 12 anni e Sienna Abdallah, 9 anni. Con loro la cuginetta, Veronique Sakr di 11 anni. Tra i feriti, un bambino di 11 anni è stato portato in ospedale in condizioni gravi. Altre due bambine, di 10 e 13 anni, avrebbero ferite più lievi. Stando ad una prima ricostruzione dei fatti, l’incidente si sarebbe verificato ieri intorno alle 20 ora locale lungo la Bettington Road a Oatlands, vicino a Parramatta, quando il 29enne è andato a finire con il furgone che stava guidando sopra il gruppo di ragazzini che stavano passeggiando su un marciapiede. L’autista è rimasto illeso, la polizia subito accorsa lo ha sottoposto all’alcoltest ed è stato trovato con un livello superiore di tre volte rispetto al limite di legge. L’omicida è stato arrestato e il giudice non ha concesso la libertà su cauzione. Ora sarà accusato di quattro omicidi colposi, guida in stato di ebbrezza e pericolosa, dato che ha anche bruciato un semaforo rosso. Sul luogo della tragedia numerosi cittadini stanno lasciando fiori e peluche in ricordo della giovani vittime della strage.