Sparatoria ad Ardea, si è suicidato il 34enne che ha ucciso l’anziano e i due bimbi

0
Sparatoria ad Ardea, si è suicidato il 34enne che ha ucciso l’anziano e i due bimbi.

Sparatoria ad Ardea, si è suicidato il 34enne che ha ucciso l’anziano e i due bimbi. L’uomo è stato trovato morto nella sua abitazione dai carabinieri entrati in casa per l’irruzione. Il 34enne, che aveva problemi psichici, si è suicidato. Questa mattina aveva aperto il fuoco contro due bimbi di dieci e cinque anni, uccidendo loro e un anziano che aveva provato a difenderli facendogli scudo col proprio corpo.

Si è suicidato l’uomo di 34 anni che questa mattina ha ucciso un anziano e due bambini, fratellini di cinque e dieci anni. L’uomo si era barricato in casa subito dopo l’omicidio, rifiutandosi di uscire e minacciando di uccidere chiunque si avvicinasse. Poco fa, l’epilogo della vicenda, con l’uomo trovato morto in seguito all’irruzione delle forze speciali dei carabinieri. Sul posto erano giunti i negoziatori che avevano provato a convincere l’uomo a posare la pistola e arrendersi, ma dopo ore di stallo il 34enne aveva smesso di rispondere. Si sarebbe ucciso sparandosi con un colpo di pistola.

Una residente: “Ha puntato subito i bimbi”
Il suo obiettivo erano proprio i due fratellini. Così una residente del Consorzio Colle Romito ha dichiarato. “I bambini stavano giocando con le biciclette nei campi, con loro c’erano pure degli amichetti. Qui è sempre stato un posto tranquillo, nessuno pensava ci potessero essere problemi. A un certo punto si è avvicinata una macchina, un uomo è sceso e ha cominciato a sparare verso i bambini. L’uomo che è morto subito si è messo davanti per provare a difenderli ed è stato colpito, poi ha rivolto l’arma verso i bimbi, ha sparato ed è fuggito”. Non sono noti i motivi che hanno portato l’omicida a prendersela con i due bimbi.

Sparatoria ad Ardea, l’omicidio dell’anziano e dei bimbi
L’uomo che ha provato a difenderli è morto praticamente sul colpo, mentre i due piccoli sono stati trasportati d’urgenza in eliambulanza in ospedale. Le loro condizioni erano apparse disperate sin da subito, e poco dopo la sparatoria è arrivata la notizia del decesso. Sconvolti i residenti, che non pensavano potesse accadere una cosa del genere nella zona. Secondo quanto dichiarato dal presidente del Consorzio Colle Romito, la famiglia che abitava nella villa dove si era barricato il 34enne era già stata segnalata per molestie e sporcizia. “Quella famiglia l’avevamo già segnalata alle forze dell’ordine perché non rispettava le regole del Consorzio – ha spiegato Romano Catino – Non si era mai arrivati però a tanto, erano fastidiosi perché sporcavano sempre e tutte le sere facevano una gran confusione: nulla ci aveva fatto presagire potesse succedere una tale tragedia”.

 

Articolo PrecedenteVentimiglia, un uomo ha ucciso l’ex fidanzata e poi si è tolto la vita
Prossimo ArticoloComo, ladro rapina e stupra un’anziana di 90 anni: arrestato
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.