Tentata violenza sessuale su un treno in arrivo dalla Svizzera. Un uomo ha aggredito e picchiato una ragazza milanese di 28 anni su un convoglio della linea Chiasso-Milano, cercando di spogliarla e mordendola. L’episodio è successo all’altezza della stazione di Seregno, in provincia di Monza e Brianza: l’aggressore è poi sceso dal treno ed è riuscito a fuggire.

Una ragazza di 28 anni di Milano è stata vittima di un’aggressione a bordo di un treno in arrivo dalla Svizzera. È successo intorno alle 22 di venerdì 15 novembre, all’altezza della stazione di Seregno, in provincia di Monza e Brianza, su un convoglio della linea Chiasso-Milano. Da quanto emerso fino a questo momento, la ragazza ha subìto una tentata violenza sessuale da parte di un uomo che ha cercato di spogliarla stappandole i vestiti all’interno del convoglio ferroviario. Alle proteste della 28enne, l’aggressore ha risposto con ripetute percosse che le hanno lasciato diversi lesioni su tutto il corpo. Le urla della giovane hanno richiamato l’attenzione degli altri passeggeri e del capotreno, intervenuto per cercare di sedare la situazione. Non appena il treno si è fermato a Seregno, dove ha sostato per diversi minuti prima di riprendere la corsa, l’uomo è riuscito a scappare a piedi facendo perdere le proprie tracce.

Le condizioni della giovane
Sul luogo dell’aggressione sono intervenuti gli agenti della polizia locale, i carabinieri di Seregno e un’ambulanza di Seregno soccorso. Dai rilievi del personale sanitario è emerso che la ragazza ha riportato un morso all’altezza della scapola destra. Dopo essere stata medicata sul posto è stata trasferita in codice verde all’ospedale di Desio. Intanto sul caso continua a indagare la polizia ferroviaria,  che sta tentando di ricostruire l’identikit dell’aggressore. Da quanto emerge sembra possa trattarsi di un uomo di origine nordafricana.