Selfie con la moglie incinta prima di gettarla dal burrone per incassare l’assicurazione

0
Selfie con la moglie incinta prima di gettarla dal burrone per incassare l’assicurazione.

Selfie con la moglie incinta prima di gettarla dal burrone per incassare l’assicurazione. Quello che all’inizio sembrava un terribile incidente in realtà, secondo gli inquirenti, era un omicidio premeditato da parte del marito. Per i pubblici ministeri turchi il 40enne avrebbe spinto la moglie con freddezza giù da una scogliera di oltre 300 metri con lo scopo di incassare il premio dell’assicurazione sulla sua vita che aveva stipulato in precedenza.

Un selfie sorridente con la moglie incinta davanti a un bel panorama proprio sull’orlo di un precipizio dove pochi istanti dopo avrebbe spinto la stessa consorte per intascare l’assicurazione, la terribile storia arriva dalla Turchia dove ora l’uomo, il 40enne Hakan Aysal, è stato arrestato dalla polizia con l’accusa di omicidio premeditato. I fatti risalgono al giugno di tre anni fa quando la donna, incinta di sette mesi, è caduta da un burrone mentre era in vacanza col marito lungo le coste turche nella provincia di Mugla.

Quello che all’inizio sembrava un terribile incidente in realtà, secondo gli inquirenti turchi, era un omicidio premeditato da parte del marito. Per i pubblici ministeri turchi, infatti, Aysal avrebbe spinto la moglie con freddezza giù dalla scogliera di oltre 300 metri con lo scopo di incassare il premio dell’assicurazione sulla vita della donna che aveva stipulato in precedenza indicando lui come beneficiario. Per gli inquirenti quel selfie, quell’ultima fotografia che ritrae la coppia sorridente sl precipizio, sarebbe statao scattato dall’uomo per garantirsi l’alibi della coppia felice.

Dopo la morte di Semra, il marito ha cercato subito di riscuotere la polizia di assicurazione sulla vita che aveva stipulato per lei del valore di circa 50mila euro ma non ci è mai riuscito a causa dell’indagine della polizia che è arrivata ora a una svolta con il suo arresto. Gli inquirenti i avrebbero iniziato a sospettare di lui per i suoi comportamenti che non sembravano mostrare alcuna emozione dopo la morte della moglie ma improntati solo a incassare i soldi. A suo sfavore i molti debiti accumulati e anche i motivi addotti per la polizza non hanno convinto gli inquirenti: Second lui la moglie era appassionata di sporto pericolosi ma la famiglia di lei ha detto che non li aveva mai praticati. Il 40enne dal suo canto si proclama innocente e dice che la moglie è scivolata mentre lui era girato dall’altra parte.

Articolo PrecedenteLa baguette francese candidata a diventare patrimonio dell’Unesco
Prossimo ArticoloTorino, maestra licenziata dopo diffusione di foto hard: condannata direttrice scuola e una mamma
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.