“Se parli ti mando i servizi sociali a casa”, le minacce del 30enne alla 12enne stuprata a Bologna

0
“Se parli ti mando i servizi sociali a casa”,

“Se parli ti mando i servizi sociali a casa”, le minacce del 30enne alla 12enne stuprata a Bologna. Dopo la violenza sessuale in casa, approfittando dell’amicizia della famiglia della bimba, il 30enne arrestato avrebbe anche scattato foto con il cellulare e minacciato la 12enne di inviarle i servizi sociali a casa per indurla a tacere. È l’agghiacciante scenario che emerge dai documenti dell’inchiesta sul terribile stupro avvenuto in un appartamento del quartiere Pilastro di Bologna.

Prima la violenza sessuale in casa approfittando dell’amicizia della famiglia della bimba, poi le minacce di inviarle i servizi sociali a casa, affermando che la sua “non era una famiglia per bene” per indurre la 12enne a tacere. È l’agghiacciante scenario che emerge dai documenti dell’inchiesta sul terribile stupro ai danni della piccola avvenuto una settimana  ad opera di un trentenne all’interno di un appartamento di edilizia popolare nel quartiere Pilastro di Bologna. Violenza sessuale e minacce che avevano spinto la piccola in uno stato di profonda agitazione che fortunatamente è stato notato dai familiari che quindi hanno scoperto tutto cercando anche di farsi giustizia da soli.

Nel provvedimento di custodia cautelare per il trentenne, come riporta il Resto del Carlino, il gip scrive che la bambina racconta che il trentenne le aveva anche “scattato foto con il cellulare e riferito che si sarebbero dovuti incontrare ogni dieci giorni, intendendo chiaramente che ogni dieci giorni avrebbero consumato un rapporto sessuale”. Drammatico poi il racconto di quei momenti fatto dalla stessa vittima ai sanitari dell’ospedale Sant’Orsola di Bologna dove era stata portata dal padre.

Secondo il racconto della dodicenne, l’indagato “l’ha afferrata per le braccia e l’ha messa con forza sopra il letto”, mentre lei “cercava di difendersi con pugni e calci”. Quindi “sempre bloccandola con la forza, l’ha spogliata” e poi ha abusato di lei “con violenza” incurante che nelle altre stanze vi fossero alcuni parenti di lui. Una ricostruzione che l’uomo, che è ai domiciliari,  smentisce, parlando di un rapporto consenziente, nell’ambito di una relazione iniziata nel luglio scorso. Parole a cui il gip non crede assolutamente visti i fatti: per il giudice “Anche volendo prestare fede alle dichiarazioni dell’indagato e accettare la squallida ipotesi di una relazione sentimentale, vera o presunta, imbastita tra questi (classe ’91) e la vittima (classe 2008), resterebbe ugualmente attinto il limite della rilevanza penale”.

Articolo PrecedenteOrrore in Francia, scoperti i corpi di 3 neonati in un garage. I resti in un armadio chiuso a chiave
Prossimo ArticoloContagiati covid e senza cibo, nemmeno il latte per la bimba: carabinieri comprano tutto a loro spese
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.