“Se la sono meritata”, nei biglietti di Renzo Tarabella la conferma dell’odio verso i vicini

0
“Se la sono meritata”, nei biglietti di Renzo Tarabella la conferma dell’odio verso i vicini.

“Se la sono meritata”, nei biglietti di Renzo Tarabella la conferma dell’odio verso i vicini. Nella notte tra sabato e domenica il pensionato di 83 anni ha ucciso la moglie, il figlio affetto da disturbi psichici e i vicini di casa a Rivarolo Canavese, in provincia di Torino. Poi ha vegliato i cadaveri per più di 7 ore. Nei bigliettini trovati nell’appartamento potrebbe esserci la chiave per spiegare la strage compiuta da Renzo Tarabella, 83 anni.

“Se la sono meritata”. Eloquente il testo dei biglietti lasciati da Renzo Tarabella nel suo appartamento in corso Italia a Rivarolo Canavese, nel palazzo dove tra sabato e domenica ha ucciso quattro persone: la moglie Maria Grazia, il figlio Wilson e i coniugi Liliana e Osvaldo Dighera, vicini di casa. A riportarlo è il Corriere della Sera. Chiaro è, visto il messaggio, che l’83enne provasse rancore e odio contro la famiglia Dighera, e questo lascia intendere la volontà di togliere loro la vita. Non sarebbe stato dunque un “trovarsi nel posto sbagliato al momento sbagliato”. I motivi che però hanno spinto a rivolgere la sua furia omicida anche nei confronti dei vicini non sono chiari. Forse la gelosia verso quella che considerava come una famiglia perfetta, a differenza della sua che aveva dovuto fare i conti sempre con le difficoltà, a partire dai problemi psichici e motori del figlio. Forse il rancore verso Osvaldo per non averlo più aiutato con Wilson dopo la nascita della nipote.

E mentre proseguono le indagini, Renzo Tarabella è ricoverato all’ospedale San Giovanni Bosco. Ieri mattina ha subito una lunga operazione; non ha subito lesioni ad organi vitali, e c’è una buona probabilità che sopravviva, anche se al momento è ancora in prognosi riservata. Gli investigatori sperano di poterlo interrogare già nei prossimi giorni. L’uomo deve rispondere omicidio plurimo aggravato. Le autopsie sui quattro cadaveri invece saranno svolte a breve dal medico legale Roberto Testi. I risultati potranno dare le risposte sui tempi e le dinamiche che servono agli inquirenti per fare chiarezza sul massacro di Rivarolo, una città ancora sotto choc per quanto è accaduto, e che si stringe attorno alle due famiglie, entrambe vittime del delirio di un uomo.

Articolo PrecedenteVaccino Covid Johnson&Johnson, rinviata distribuzione in Italia ed Europa dopo richiesta stop in Usa
Prossimo Articolo“Mercati animali vivi responsabili del 70% delle malattie infettive”: Oms chiede di fermarli
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.