Scozia, bimbo di 10 anni finisce nella buca di un cantiere e muore. Il bimbo è morto tragicamente dopo essere caduto mentre giocava non lontano da casa sua in un complesso residenziale a Drumchapel, a nord di Glasgow. Il dramma si è consumato nella tarda serata di giovedì. Inutile la disperata corsa all’ospedale dove purtroppo il bimbo è morto poco dopo il suo arrivo.

Terribile tragedia nelle scorse ore in Scozia dove un bimbo di 10 anni è morto tragicamente dopo essere caduto mentre giocava non lontano da casa sua in un complesso residenziale a Drumchapel, a nord di Glasgow. Il dramma si è consumato nella tarda serata di giovedì quando il piccolo Shea Ryan è caduto all’interno di una buca di un cantiere edile che era stato allestito in zona da alcuni giorni. Secondo le prime ricostruzioni dell’accaduto, il bimbo era in compagnia di altri ragazzini coetanei quando è caduto rovinosamente. Inutili per lui i successivi soccorsi allertati dagli adulti avvisati dagli altri piccoli che hanno assistito alla terribile scena.

Un portavoce del dipartimento locale della polizia scozzese ha dichiarato che “Intorno alle 21:25 di giovedì 16 luglio, la polizia è stata chiamata per il caso di un ragazzino gravemente ferito in un cantiere vicino a Glenkirk Drive, a Drumchapel. Purtroppo, nonostante i soccorsi medici, per Shea non c’è stato nulla da fare. Inutile la disperata corsa all’ospedale universitario Queen Elizabeth di Glasgow dove purtroppo il bimbo è morto poco dopo tra lo strazio dei parenti. Le indagini sull’incidente sono ancora in corso per stabilire le circostanze esatte dell’accaduto ed eventuali responsabilità nella sicurezza del cantiere ma per la polizia no si tratta di un caso sospetto ed è certa la natura casuale della tragedia. Nel cantiere dove è avvenuto il fatto si svolgono lavori di drenaggio per contrastare gli allagamenti periodici nella zona.