Scomparso il 16enne Luca Loddo, la madre: “Non ha nessuna protezione dal contagio”

0
Scomparso il 16enne Luca Loddo, la madre

Scomparso. Luca Loddo, sedici anni, è scomparso dal rione Sant’Elia, a Cagliari, lo scorso 9 marzo, portando con sé il cellulare, che poi ha spento. Aveva detto in famiglia che usciva con un gruppo di amici. L’angoscia della madre: “Non aveva con sé nessun tipo di protezione per difendersi dal contagio. Chiunque lo avesse visto lo blocchi e chiami il 112”.

Luca Loddo, sedici anni, è scomparso lunedì scorso da Cagliari, nel pieno dell’emergenza Coronavirus. Il ragazzo ha fatto perdere le proprie tracce nel rione di Sant’Elia, la mattina del 9 marzo, dopo aver detto a sua madre che usciva con un gruppo di amici. La donna ha tentato di dissuaderlo proprio in virtù dell’emergenza, ma il ragazzo non ha voluto saperne. Quando ha provato a richiamarlo il cellulare era spento. “Ha detto che voleva vedersi con degli amici, gli ho detto che era meglio se fosse rimasto a casa – si legge nella denuncia presentata ai carabinieri dalla madre Barbara Caria – dopo essersi messo un giubbotto nero, se n’è andato. Qualche ora dopo gli ho mandato un messaggio su WhatsApp chiedendogli di ritornare, l’ha visualizzato ma non ha risposto”.

Nel pomeriggio anche il fratello di Luca gli ha scritto, e anche in quel caso non ha risposto, per poi spegnere il cellulare del tutto. “Non è la prima volta che si allontana, ma non aveva mai spento il cellulare – osserva la madre – Non c’era stato nessun problema tra noi ed era tranquillo”.”Mio figlio può essere andato ovunque, quando è scomparso non aveva nessun tipo di protezione contro possibili contagi da Coronavirus. Chiunque lo veda – ha fatto appello la donna – lo blocchi e chiami subito o il 112 o direttamente me, al +393494482046”.

 

Articolo PrecedenteCoronavirus, famiglia bloccata in Marocco: “Voli cancellati, mia moglie è incinta, abbiamo paura”
Prossimo ArticoloIl dottor Christian Jessen: “Gli italiani stanno usando il Coronavirus per fare una siesta”
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.