Scomparsa Sara Pedri, negli appunti scriveva: “Sono terrorizzata e perdo peso, non posso proseguire”

0
Sara Pedri, urla e schiaffi sulle mani per punizione davanti ai pazienti.

Scomparsa Sara Pedri, negli appunti scriveva. “Non sono in grado di andare avanti. Ho bisogno di aiuto” scriveva Sara Pedri in alcuni appunti ritrovati nella sua abitazione di Cles. Negli scritti la 31enne esprimeva tutto il malessere causato, secondo gli inquirenti, dal continuo mobbing sul posto di lavoro. I colleghi della ragazza hanno affermato più volte che all’interno del reparto di ginecologia dell’ospedale di Trento vige un clima di oppressione e violenza psicologica.

“L’esperienza a Trento doveva essere formativa, invece ha generato in me uno stato d’ansia profondo. Sono completamente bloccata, non posso proseguire” scriveva Sara Pedri prima di sparire in una serie di appunti ritrovati nella sua abitazione di Cles. “Sono partita con molto entusiasmo, non ho mai detto di no, nonostante i molteplici imprevisti e i progetti incivili sono andata avanti. Questa però è una situazione più grande di me” continuava la ginecologa 31enne scomparsa lo scorso 4 marzo dopo essersi dimessa dall’ospedale di Trento nel quale lavorava. Le indagini proseguono sulla pista del suicidio, ma le ricerche del corpo per ora non hanno dato frutti. I cani molecolari hanno individuato alcune tracce di Sara in prossimità di un ponte, ma per ora nulla è stato ritrovato. Gli ispettori del ministero nel frattempo produrranno una relazione dopo l’ispezione all’unità di ostetricia e ginecologia dove Sara lavorava. Secondo i colleghi della giovane, infatti, nel reparto vige da sempre un clima di oppressione e violenza psicologica che avrebbe indotto diversi professionisti a chiedere il trasferimento.

Gli appunti di Sara sono stati pubblicati dal settimanale “Giallo”. Negli ultimi tempi diverse persone avevano notato che la 31enne non era serena. I familiari le avevano chiesto più volte di confidarsi, ma lei aveva sempre cercato di negare il suo turbamento. “Le mie aspettative sono state deluse – scriveva nei suoi appunti -. Sono stata rimbalzata da una mansione all’altra senza un perché. So che comprometto tutto, ma ho bisogno di aiuto. Le competenze che pensavo di aver ottenuto in autonomia non sono adeguate agli standard”

Nel suo diario Sara continua a raccontare quanto le accade sul luogo di lavoro. “Con la fretta e la frenesia non si impara. Ho cercato di non disattendere mai agli ordini, ho sempre detto di sì ma per ora ho ottenuto solo terrore. Sono stata addirittura chiamata dal primario perché ho perso troppo peso”. Le difficoltà erano rese più acute dalla lontananza degli affetti, come lei stessa riconosce nei suoi appunti. “Non sono nelle condizioni psichiche di continuare. Ho sempre fatto tutto da sola e anche questa volta ho in carica l’esperienza da sola, senza sostegno da parte dei cari lontani”.

Articolo PrecedenteDove stanno crescendo i contagi a causa della variante Delta: la mappa in Europa
Prossimo ArticoloCostiera Amalfitana, donna di 62 anni colta da malore muore a mare a Praiano
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.