San Severo, 12enne autistico aggredito dal branco: botte anche al fratellino

0
San Severo, 12enne autistico aggredito dal branco.

San Severo, 12enne autistico aggredito dal branco. Li hanno prima accerchiati e poi strattonati e presi a schiaffi prima di distruggere le loro bici. Un atto di bullismo da parte di un branco di ragazzini nei confronti di due fratellini di 12 e 11 a San Severo. A preoccupare è lo stato di salute del più grande, affetto da autismo, che è terrorizzato e non vuole più uscire: “Nessuno è intervenuto per aiutarli”, la denuncia del padre.

Stavano pedalando verso il centro di San Severo, comune del Foggiano dove vivono, i due fratellini vittima di un’aggressione da parte di un branco di adolescenti. I due sono stati accerchiati da cinque o sei ragazzini che li hanno minacciati e schiaffeggiati, prima di rubare la bici al più grande dei due, un 12enne affetto da autismo. Poi gli schiaffi al fratellino più piccolo finito in ospedale dal quale è stato dimesso con una prognosi di cinque giorni. A denunciare quanto accaduto lo scorso 24 agosto alle forze dell’ordine è stato il padre dei due fratellini: “Mio figlio era con il fratellino più piccolo, in sella alla sua bicicletta – racconta l’uomo – pedalavano spensierati nel centro di San Severo, vicino al Teatro Verdi. Poi è arrivato questo gruppo di bulli che li ha aggrediti. Troppo facile prendersela con i più fragili che non possono difendersi”.

Nessuno è intervenuto per difendere i due fratellini

A comporre la baby gang, secondo quanto raccontato dai due ai genitori, ragazzini di età non superiore ai 13-14 anni. Erano tutti in monopattino quando li hanno raggiunti e accerchiati. Prima sono stati strattonati e poi aggrediti con schiaffi e spintoni. Poi hanno preso la bici del più grande dei fratelli e gliel’hanno distrutta, hanno fatto la stessa cosa anche col più piccolo al quale hanno rotto anche gli occhiali. Amareggiato il padre che denuncia come nessuno sia intervenuto per difendere i suoi figli. Immediate le indagini della polizia che ha raccolto la denuncia del padre secondo cui attraverso le immagini delle telecamere di videosorveglianza presenti in zona potrebbero essere stati individuati gli autori dell’aggressione.

Le famiglie hanno un ruolo fondamentale nella prevenzione a fenomeni di bullismo

Ma ora a preoccupare maggiormente è lo stato psicofisico del 12enne affetto da autismo che dal giorno dell’aggressione non vuole più uscire di casa: “La notte urla, è terrorizzato – racconta il padre – ha ripreso a balbettare e ha paura a uscire di casa. Siamo molto preoccupati. Mio figlio è molto fragile”. Una vicenda sulla quale è intervenuto anche il sindaco di San Severo, Francesco Miglio, che ha chiesto di incontrare i due fratellini e i loro genitori: “Nei prossimi giorni chiederò ai dirigenti scolastici di attivarsi con noi per promuovere iniziative contro il bullismo – aggiunge – Ma in questo momento è fondamentale il ruolo delle famiglie e mi auguro che tutti i genitori di San Severo sentano l’indignazione per quanto accaduto”.

Articolo PrecedenteGiallo ad Albenga, trovato cadavere in una casa abbandonata: è di una donna di 30 anni
Prossimo ArticoloIncendio in via Antonini a Milano, Procura apre fascicolo per disastro colposo: le cause del rogo
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.