Vertice tra Silvio Berlusconi e Matteo Salvini ad Arcore. Il ministro dell’Interno e vicepremier è arrivato in serata a Villa San Martino con un’auto dai vetri oscurati, senza fermarsi davanti alla folla di giornalisti, televisioni e fotografi che stazionavano davanti alla villa dell’ex premier.

Si tratta – fanno sapere da fonti della Lega – di una visita privata che sarà occasione anche per aggiornare personalmente Berlusconi su quello che è stato fatto nei primi 100 di governo e su quello che sarà presto realizzato. Alla riunione sono presenti anche Antonio Tajani, vice presidente di Forza Italia, e Giancarlo Giorgetti, sottosegretario alla presidenza del Consiglio e bracio destro di Salvini.

Imbarazzo fra i 5 stelle per l’incontro Berlusconi-Salvini. «Sono fatti loro del centrodestra, noi abbiamo un contratto da rispettare», ha commentato il vice premier e ministro per lo Sviluppo economico, Luigi Di Maio, ai giornalisti a Nola che gli chiedevano se fosse preoccupato per l’incontro ad Arcore. Poi, alla domanda se ritenga che il leader di Fi possa influenzare Salvini, Di Maio ha tagliato corto: «Sono i soliti retroscena dei giornalisti che ogni mattina di svegliano e non sanno cosa scrivere».

«Fratelli d’Italia auspica che l’incontro tra i vertici di Lega e Forza Italia sia risolutivo per superare le incomprensioni tra Salvini e Berlusconi e sciogliere definitivamente il nodo della presidenza Rai: l’Italia infatti ha bisogno di un servizio pubblico che lavori nel pieno delle sue potenzialità. Se questo si verificherà, come speriamo, già dalla prossima settimana sarà importante organizzare una riunione di colazione per parlare insieme Delle prossime elezioni regionali». Lo ha detto il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni