Salerno, uomo tenta di molestare una bimba in spiaggia e rischia di essere linciato. Un uomo ha rischiato il linciaggio a Salerno: nella giornata di ieri, mentre si trovava in spiaggia nella zona orientale della città, l’uomo ha avvicinato una bambina e ha tentato di molestarla. Solo l’intervento del bagnino, che lo ha allontanato dallo stabilimento balneare, gli ha evitato il linciaggio.

Si è avvicinato ad una bambina, su una spiaggia affollata, e ha tentato di molestarla: un uomo ha rischiato di essere linciato a Salerno. Su uno stabilimento balneare nella zona orientale della città campana, l’uomo ha avvicinato una bimba, come riporta il quotidiano Le Cronache, che stava giocando lontano dalla famiglia: le avrebbe preso la mano e se la sarebbe portata sui genitali. Ad osservare la scena, fortunatamente, c’era il bagnino dello stabilimento balneare, che ha provveduto ad allontanare l’uomo dalla bambina e dallo stabilimento, sottraendolo anche alla furia degli altri bagnanti che, quando hanno capito cosa fosse accaduto, hanno tentato di linciarlo.

Di tutt’altra natura quanto accaduto sempre su una spiaggia di Salerno soltanto due giorni fa, domenica 2 agosto, quanto una donna di 55 anni è morta annegata mentre faceva un bagno in mare in zona Torrione. La donna, originaria dell’Ucraina ma da anni residente a Palma Campania, nella provincia di Napoli, si trovava sulla spiaggia con la figlia e il cagnolino, quando ha deciso di fare una nuotata. Una volta in acqua, però, probabilmente la 55enne è rimasta vittima di un malore, annegando sotto gli occhi attoniti della figlia e degli altri bagnanti. Sul posto sono prontamente intervenuti i sanitari del 118, che hanno tentato di rianimare la donna per 40 minuti ai termini dei quali si sono dovuti arrendere e ne hanno constatato il decesso. Lo sforzo dei sanitari di salvare la vita alla donna è stato raccontato su Facebook anche da Mariarita Giordano, assessore alle Politiche Giovanili del Comune di Salerno, che si è trovata ad assistere alla scena.