Ronde per massacrare ragazzi neri a Roma, arrestati 4 giovani: la vittima pestata e accoltellata

0
Ronde per massacrare ragazzi neri a Roma, arrestati 4 giovani

Ronde per massacrare ragazzi neri a Roma, arrestati 4 giovani. Prima il branco si è avvicinato al ragazzo, facendo finta di dovergli chiedere un’informazione. Poi lo ha colpito più volte con calci, pugni e bastonate. Riuscito a fuggire, è scappato su un autobus: il gruppo si è messo in mezzo alla strada, costringendo l’autista dell’autobus a fermarsi. Uno di loro è poi salito e lo ha accoltellato.

Hanno massacrato di botte, accoltellato e rischiato di uccidere un ragazzo solo perché nero. L’episodio è avvenuto a Roma, nella zona della Rustica, e risale al 26 luglio. Dopo settimane di complesse indagini sono stati arrestati quattro ragazzi ritenuti responsabili del violento raid punitivo che solo per un caso fortuito non è finito in tragedia. Sono accusati di lesioni con l’aggravante della discriminazione razziale, violenza privata, porto di armi improprie, interruzione di pubblico servizio. Ma le indagini sono ancora in corso per risalire agli altri membri del branco che lo scorso 26 luglio si sono scagliati contro il ragazzo e che al momento non sono stati ancora identificati.

Un atto premeditato, un disegno discusso e ragionato freddamente a tavolino. L’aggressione ai danni del giovane non è stata improvvisa, ma maturata e premeditata. Un gruppo di persone della zona ha deciso di vestire i panni di sedicenti vigilantes, e dopo aver stabilito che una persona nera aveva compiuto delle rapine nei giorni precedenti, ha cominciato a fare le ronde. E così, quando il ragazzo è passato davanti a loro, si è consumata la follia, con decine di persone che lo hanno assaltato e accoltellato. Un atto crudele e che mostra la scarsa considerazione che questi soggetti hanno della vita umana, soprattutto se la persona in questione ha la pelle diversa dalla loro.

Prima il branco si è avvicinato al ragazzo, facendo finta di dovergli chiedere un’informazione. Poi lo ha colpito più volte con calci, pugni e bastonate. Il giovane è riuscito a fuggire, ma gli aggressori lo hanno raggiunto più volte gettandolo a terra e continuando a colpirlo. Lo hanno investito con un’auto. Ancora una volta il ragazzo è scappato, ed è riuscito a salire su un autobus dall’altra parte della strada che stava per partire. Ma non era finita lì: il gruppo si è messo in mezzo alla strada, costringendo l’autista dell’autobus a fermarsi. Lo hanno minacciato e si sono fatti aprire le porte. Dopodiché uno di loro è salito sull’autobus e ha accoltellato la vittima, dandosi poi alla fuga insieme agli altri complici.

Il ragazzo è stato soccorso, fortunatamente non è in pericolo di vita e ha ricevuto venti giorni di prognosi. Sul posto sono arrivate le pattuglie del V Distretto Prenestino e della Polizia Scientifica, che hanno cominciato le indagini per identificare gli aggressori. Poche le informazioni disponibili, ma alla fine sono riusciti a identificare gli autori del pestaggio: a picchiare e rischiare di uccidere il ragazzo, alcuni giovani della zona noti agli uffici di polizia. Gli indagati, che hanno 33, 34, 32 e 29 anni, si trovano ora agli arresti domiciliari.

Articolo PrecedenteIncendio via Antonini, i risultati delle prime analisi: “I pannelli erano altamente infiammabili”
Prossimo ArticoloMutti presenta il primo Bilancio Ambientale e accelera il suo impegno green
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.