Rimini, incidente in motocicletta: Gianluca muore dopo un volo di 100 metri

0
Rimini, incidente in motocicletta

Rimini. Gianluca Pozzi aveva festeggiato 56 anni solo pochi giorni fa.  l’incidente che gli ha tolto la vita. Ha perso il controllo del suo bolide, poi è stato sbalzato dalla sella e si è schiantato a terra, sull’asfalto. Troppo gravi le ferite riportate, i soccorsi si sono rivelati vani.

Un volo di cento metri mentre si trovava in sella alla sua moto. Così è morto Gianluca Pozzi, 56 anni, nel drammatico incidente avvenuto a Rimini, nei pressi della rotatoria di via Melucci con via Rosmini, al Ghetto Turco. Il centauro ha perso il controllo del suo bolide, disarcionato dal mezzo e dopo un volo di decine di metri, ha sbattuto violentemente contro l’asfalto ed è finito tra i cespugli che si trovano al bordo della strada. Immediatamente sono scattati i soccorsi: quando i sanitari sono accorsi sul posto, si sono subito resi conto dell’estrema gravità delle ferite e hanno allertato l’elisoccorso per il trasporto al Bufalini di Cesena.

La dinamica della tragedia
Quindi la decisione del trasferimento al Trauma center di Cesena. Ma al Bufalini Pozzi non c’è mai arrivato: le sue condizioni, già gravissime, sono poi precipitate e la morte è sopraggiunta due ore dopo l’incidente. Sul posto la polizia municipale di Rimini per i rilievi di legge e regolare il traffico. Saranno gli agenti a ricostruire con la dinamica dell’incidente che ha ucciso Gianluca Pozzi.

Chi era la vittima dell’incidente
Il 56enne era un appassionato sportivo, si allenava al Garden di Rimini: era infatti iscritto ai master di nuoto e forse con alcuni dei suoi compagni aveva festeggiato, proprio il 28 febbraio, il suo compleanno. Era anche un ciclista amatoriale. Quella Kawasaki l’aveva acquistata recentemente.

 

Articolo PrecedenteCoronavirus, bimbo dona un disegno ai carabinieri che controllano la zona rossa: “Grazie per tutto”
Prossimo ArticoloCrisi migranti, caos al confine tra Grecia e Turchia: gas e proiettili contro donne e bambini
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.