Reggio Emilia, lui morto con il cranio sfondato, la moglie in fin di vita: fermato il figlio

0
Reggio Emilia, lui morto con il cranio sfondato, la moglie in fin di vita.

Reggio Emilia, lui morto con il cranio sfondato, la moglie in fin di vita. Era stato proprio il figlio della coppia, Marco Eletti, 33 anni, a dare l’allarme ieri pomeriggio dopo aver trovato il padre, Paolo, senza vita e la madre agonizzate, accanto a lui. Dopo l’interrogatorio gli inquirenti lo hanno fermato con l’accusa di omicidio e tentato omicidio. Nella villetta anche un principio di incendio. Il movente sarebbe economico.

È stato fermato il figlio di Paolo Eletti, il 58enne trovato morto nel tardo pomeriggio di ieri a San Martino in Rio (Reggio Emilia) con il cranio sfondato da colpi di martello. Il giovane, Marco Eletti, 33 anni, scrittore di libri thriller e di poesie, è stato fermato per omicidio e tentato omicidio: oltre che di aver ucciso il padre, è accusato infatti anche di aver gravemente ferito la madre, Sabrina Guidetti, ricoverata in coma farmacologico in ospedale.

Il figlio della coppia è stato interrogato da pm e carabinieri che hanno rilevato numerose incongruenze nel suo racconto e lo hanno fermato con l’accusa di aver ucciso il padre e tentato quello della madre.

La vittima presentava profonde ferite alla testa, acconto a lui, sul divano, giaceva la moglie, 54 anni, con ferite ai polsi, che ora lotta tra la vita e la morte. La scoperta era stata fatta intorno alle 17 di ieri, 24 aprile, nella casa in via Magnanini, proprio dal figlio.

Agli investigatori il giovane ha detto che era andato a trovare i genitori ed ha scoperto i due corpi in garage, dando poi immediatamente l’allarme ai soccorritori. La donna presenta ferite da taglio al braccio ed è stata trasportata in ospedale a Reggio Emilia.

Nell’abitazione era in corso anche un principio di incendio, domato dai vigili del fuoco poi fatti intervenire. A svolgere le indagini sono i carabinieri della compagnia di Reggio Emilia, insieme al Nucleo investigativo, coordinati dalla Procura della città emiliana.

I sospetti degli inquirenti si sono subito principalmente concentrati sul figlio, che è stato sentito dai carabinieri del nucleo investigativo della compagnia di Reggio Emilia e dalla pm Piera Giannusa che coordinata le indagini. Viste le numerose incongruenze tra il racconto del giovane e le risultanze delle indagini, in mattinata è scattato il fermo.

Il movente sarebbe, secondo le prime ricostruzioni, legato a questioni di soldi, che avrebbero portato a frequenti liti, l’ultima delle quali, sempre secondo l’ipotesi accusatoria, sarebbe scaturita nell’aggressione che ha provocato la morte dell’uomo e il grave ferimento della moglie. La casa di San Martino in Rio è stata sequestrata.

Articolo PrecedentePapa Francesco tuona per i migranti: “Lasciati morire mentre imploravano aiuto, vergogna”
Prossimo ArticoloUn milione di contagi in 3 giorni: in nessun posto il Covid dilaga così violentemente come in India
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.