Rapina in pizzeria a Casavatore, fucile puntato in faccia a bambino

0
Rapina in pizzeria a Casavatore, fucile puntato in faccia a bambino.

Rapina in pizzeria a Casavatore, fucile puntato in faccia a bambino. Due rapinatori hanno fatto irruzione sabato sera, 9 ottobre, nella pizzeria “Un posto al sole” di Casavatore (Napoli). Armati di kalashnikov e fucile a pompa, per portare via un bracciale d’oro e 4 orologi, tra cui un Rolex e un Tudor, non hanno esitato a puntare l’arma contro un bimbo di pochi anni che era a cena coi genitori.

Per azzerare le possibilità di reazione non hanno esitato a puntare l’arma anche contro un bambino, seduto al tavolo insieme ai genitori. Un raid da pochi minuti, che si è concluso fortunatamente senza feriti e con un bottino di pregio: nelle tasche dei rapinatori quattro orologi, di cui due di lusso, e un braccialetto d’oro. È successo la sera del 9 ottobre, sabato scorso, nella pizzeria “Un posto al sole” di Casavatore, nell’immediata provincia di Napoli, al confine col quartiere Secondigliano.

Le fasi della rapina sono mostrare in un video girato dalla videosorveglianza interna della pizzeria e pubblicato poi sui social. Nelle immagini, riprese da due telecamere differenti, si vedono i due rapinatori che entrano nella sala mentre i clienti sono ai tavoli. C’è anche un uomo con una chitarra, che resta impietrito come gli altri alla vista dei due che entrano arma in pugno dalla porta alle sue spalle. Indossano entrambi i guanti, hanno la testa e il volto coperti. Uno imbraccia un fucile a pompa. L’altro, che arriva subito dopo, tiene in una mano un mitragliatore kalashnikov, chiaramente riconoscibile dalla forma dell’arma e da quella del caricatore sottostante.

I due attraversano la sala, una donna subito prende in braccio il figlio piccolo e il marito la raggiunge velocemente per rassicurare lei e il bambino. La scena si sposta in un’altra sala, viene ripresa dalla seconda telecamera. Uno dei rapinatori si avvicina al tavolo dove c’è una famiglia per la cena. Punta il fucile contro uno degli adulti. Gli altri capiscono subito quello che sta accadendo: un ragazzo si sfila l’orologio e lo posa sul tavolo, una donna fa lo stesso con un braccialetto. Il criminale tiene l’arma puntata contro un altro uomo, con la canna quasi premuta sul volto, mentre a pochi centimetri c’è il figlio di pochi anni. Prima di allontanarsi controlla che gli uomini non abbiano delle collane. Nel bottino finiscono anche il Rolex del titolare e il Tudor del padre.

Le indagini sono affidate ai carabinieri della Compagnia di Casoria, intervenuti nel ristorante-pizzeria dopo la denuncia. Il raid ricorda per le modalità quello messo a segno a luglio in un pub di Cardito, che da Casavatore dista pochi chilometri; anche in quel caso i rapinatori imbracciavano armi lunghe, erano vestiti di scuro e non si fecero problemi a minacciare clienti e titolari puntando loro contro il fucile.

Articolo PrecedenteMorta cadendo dal balcone a Potenza, indagato il fidanzato di Dora: “Istigazione al suicidio”
Prossimo ArticoloArriva l’app per il controllo del Green Pass a lavoro: ecco come funzionerà
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.