L’appello del papà di Deniel, 17enne scomparso dal 9 gennaio scorso dalla comunità di Pesaro dove stava facendo un percorso di recupero: “Sono ad Andreis che ti aspetto. Voglio soltanto sapere se stai bene. Ricordati che le porte sono aperte, risolveremo tutto insieme. Non avere paura di nulla, non ti abbandono”.

“Vorrei solo sapere che è vivo e che sta bene”. È questo l’appello lanciato dalle pagine de Il Gazzettino da Davide Frassino, papà di Deniel, 17enne scomparso ormai 26 giorni fa a Pesaro. Era il 9 gennaio scorso quando l’uomo ha avuto notizie per l’ultima volta del figlio. Nessuno è riuscito più a contattarlo, dal momento che il giovane non ha portato con sé né il cellulare né i documenti e sui social non è più attivo, il che ha fatto aumentare l’angoscia della famiglia, che ha deciso di rivolgersi anche alla stampa affinché chiunque abbia notizie di Deniel possa farsi avanti.

Il 17enne stava seguendo un percorso di recupero in una comunità di Verona. Poi è stato trasferito in una struttura di Pesaro, che però lo ha scombussolato. “Era spaventato – ha spiegato il padre, originario di Montereale Valcellina, in provincia di Pordenone, al Gazzettino -, non voleva restare lì perché aveva difficoltà di comunicazione”. Il 7 gennaio è fuggito e si è recato a Pordenone, dove ha trovato rifugio da un amico. Il padre di quest’ultimo, un poliziotto, lo ha convinto a tornare sui suoi passi e Deniel ha acconsentito di far rientro a Pesaro il giorno successivo. Ma due giorni dopo, il 9 gennaio, è scappato di nuovo facendo perdere definitivamente le sue tracce. È per questo che Davide si è anche rivolto, preoccupato, alle forze dell’ordine per riportarlo sano e salvo a casa. “Finora non abbiamo avuto alcun riscontro – ha aggiunto Frassino -. A me basterebbe sentirmi dire che è vivo, perché non riesco più a vivere senza sapere come sta”. E poi ha lanciato un appello: “Sono ad Andreis che ti aspetto. Voglio soltanto sapere se stai bene. Ricordati che le porte sono aperte, risolveremo tutto insieme. Non avere paura di nulla, il papà non ti abbandona”.

Daniel è alto circa 1,92. Ha occhi castani, è magro e porta un pearcing al sopracciglio sinistro. Chiunque fosse in grado di dare qualche informazione al padre può mettersi in contatto telefonando al numero 379 1484372. Intanto, il suo appello sta facendo anche il giro dei social network, dove è stato condiviso da amici e conoscenti oltre che da associazioni che si occupano di persone scomparse.