Una Fiat Punto si è ribaltata nella serata del, 18 settembre, in via Mario Palermo, nei pressi del rione Conocal di Ponticelli (Napoli). Senza scampo il giovane seduto sul sedile posteriore, Mario De Meo; feriti, ma non in pericolo di vita, il 51enne che era alla guida, sprovvisto di patente, e una ragazza di 27 anni che era sul sedile passeggero.

Un giovane morto sul colpo, due feriti trasportati in ospedale. È il bilancio del grave incidente in cui ha perso la vita Mario De Meo, 36 anni, di Ponticelli, zona est di Napoli, nella serata del, 18 Settembre. Il giovane si trovava con altre due persone in una Fiat Punto che, probabilmente a causa dell’alta velocità e di una manovra azzardata, si è capovolta e ha invaso la carreggiata opposta. L’incidente è avvenuto poco prima di mezzanotte in via Mario Palermo, nei pressi del rione Conocal.

Mario De Meo, che era seduto sul sedile posteriore, è stato sbalzato fuori dal finestrino e si è schiantato sull’asfalto; era già morto quando sono arrivati i primi soccorsi, i sanitari del 118 non hanno potuto fare nulla per salvarlo. La salma è stata trasferita al Policlinico II di Napoli per l’autopsia. Nella carambola sono rimaste ferite anche le altre due persone che erano nell’abitacolo: una giovane di 27 anni, napoletana, che era sul sedile passeggero, e un uomo di 51 anni, anche lui della zona, che era alla guida e che è risultato sprovvisto di patente; lei è stata trasportata al Cardarelli e lui all’Ospedale del Mare, sono stati entrambi ricoverati ma i medici hanno escluso il pericolo di vita.

Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia Municipale, sezione Infortunistica Stradale, guidati dal capitano Antonio Muriano, che si sono occupati dei rilievi. A quanto risulta dai primi esami le persone all’interno dell’abitacolo non indossavano le cinture di sicurezza, che probabilmente avrebbero impedito che il giovane venisse scaraventato fuori dalla potenza dell’incidente.