Il piccolo ha lesioni di terzo grado sul 25 per cento del corpo: trasportato al policlinico Gemelli di Roma dopo le prime cure al Pronto soccorso di Pescara. Con lui, nell’ospedale del capoluogo adriatico, c’era la madre, presenta al momento dell’incidente.

Un bambino di sedici mesi è in gravi condizioni a seguito delle ustioni riportate per un incidente domestico. Un pentolino con dell’acqua bollente, infatti, gli è caduto addosso nell’appartamento dove vive assieme ai genitori in via Bradano, a Montesilvano, in provincia di Pescara.

Il piccolo è stato trasportato prima al Pronto soccorso dell’ospedale di Pescara con ustioni di terzo grado sul 25 per cento del corpo e cioè braccia, collo una parte del tronco, con collo e mento. La gravità delle sue condizioni ha poi spinto i medici al trasferimento al Policlinico gemelli di Roma, dove potrà essere curato per le lesioni riportare nell’incidente domestico. Con lui, nell’ospedale del capoluogo adriatico, c’era la madre, presenta al momento dell’incidente.