Pescara, costringe la figlioletta a subire violenze dai pedofili per denaro

0
Pescara, costringe la figlioletta a subire violenze dai pedofili per denaro.

Pescara, costringe la figlioletta a subire violenze dai pedofili per denaro. Violenze sessuali per anni su una bambina con il consenso e, a volte, la compiacente presenza della madre. È accaduto a Pescara tra il 2010 e il 2019. I due abusatori oggi hanno 67 e 91 anni oggi sono finiti davanti al gup di Pescara con l’accusa di violenza sessuale. La madre della vittima, invece, si è suicidata poco dopo che la figlia aveva interrotto la spirale di violenze.

Violenze sessuali per anni su una bambina con il consenso e, a volte, la compiacente presenza della madre. È accaduto a Pescara tra il 2010 e il 2019. I due abusatori oggi hanno 67 e 91 anni oggi sono finiti davanti al gup di Pescara con l’accusa di violenza sessuale. Al più anziano sono è stata contestata anche l’accusa di atti persecutori per aver vessato la vittima dopo che quest’ultima aveva troncato i contatti. Nessuna conseguenza legale per la madre della vittima deceduta ormai da anni per suicidio.

Sarebbe stata proprio la madre della piccola, prostituta con una dipendenza dalle droghe a offrire la bambina ai due pedofili in cambio di una somma di denaro e a costringere la piccola ad avere rapporti sessuali completi con il 91enne. Secondo la procura, la donna sarebbe arrivata addirittura a prelevare la bimba a casa dei nonni per portarla in luoghi appartati dove la piccola veniva abusata ‘con la compiacente presenza della madre’.

Le violenze si sono protratte per circa otto anni – con cadenza settimanale – dai nove anni della vittima ai diciassette, quando la ragazza ha trovato il coraggio di ribellarsi. È accaduto solo poco prima che sua madre si togliesse la vita. Dopo l’interruzione dei contatti il 91enne ha iniziato a perseguitare la ragazza chiamandola centinaia di volte al giorno, pur senza ottenere risposta e appostandosi nei luoghi da lei frequentati. Davanti alla scuola, all’autoscuola dove stava per prendere la patente, per strada: l’anziano era ormai diventato una spaventosa presenza fissa.

Dopo che il giudice aveva emesso un divieto di avvicinamento, le indagini hanno fatto luce su quanto raccontato dalla ragazza. Non solo l’esame del cellulare ha potuto confermare i suoi racconti, ma anche il parere della psicologa dei servizi sociali e la parola di alcuni testimoni, hanno finito per completare un quadro già gravissimo per l’imputato 91enne. Toccherà ora al gup decidere se mandarlo a processo.

Articolo PrecedenteSpagna, scoperti centinaia di casi di pedofilia nella Chiesa: “Nessuno fa niente”
Prossimo ArticoloUn uomo di 84 anni viene ricoverato in ospedale per Covid, il suo cane fa di tutto per stargli accanto
Marco D'Angelo - Fotografo - Blogger - Social Influencer - Tecnico Informatico - Consulente Aziendale - Esperto in Marketing e Social Media Marketing. Progetti Passati e Presenti Nato con la passione per la musica e l'informatica. Studiato fino alla 3° Media per poi formarmi come autodidatta in marketing di cui ho 11 attestati, tra cui 1 master. Creatore del Team Renegades - Team Exas del Videogioco Hearthstone - ho portato il mio team a livello nazionale italiano, raggiungendo obbiettivi enorme in tempi brevi, il Team Renegades ha raggiunto sponsor come Redbull e Varie testate giornalistiche importanti ne hanno sempre parlato. Il Team Renegades si è poi evoluto in Team Exas, questo perchè abbiamo instaurato una collaborazione con uno dei locali più grandi del Gaming Estero. Arrivando cosi a collezionare 340 vittorie - di cui 300 primi posti e 40 secondi. Attualmente creatore di Limemagazine.eu inizialmente chiamata Multiassistenzaonline è iniziato come un Blog di informatica, per aiutare le persone sui social, e per riparare i problemi tecnici dei loro smarthphone raccogliendo cosi circa 40,000 contatti in meno di 3 mesi, per poi trasformare Multiassistenzaonline in Limemagazine.eu - ad oggi Agenzia di Marketing,News, e Webdesign che totalizza la bellezza di 180,000 lettori alla settimana e più di 40,000 contatti sui social 4 pagine facebook da 7,000 like in su una da 14,000 e 4 profili da 5,000 persone l'uno ad oggi Limemagazine.eu collabora in stetto contatto con : Google News, Virgilio, Tiscali, Ansa, Fanpage.it per le notizie, e Unconvetional Events per gli Eventi in Sardegna, Limemagazine.eu in 3 anni ha aperto varie sezioni tra cui LimeEventiSardegna - dove può vantare di aver 1,500 date importanti fatte con i propri fotografi all'interno di eventi importanti e collaborazioni come OLBIA TATTOO SHOW - GRANDE ARENA CAGLIARI - POETTO FEST - e tanti altri.