Il dramma si è consumato  lungo il tratto umbro della strada statale 318 Perugia-Ancona. Da una prima ricostruzione dell’accaduto, pare che l’auto della vittima, per motivi tutti da accertare, sia finita contro il mezzo pesante che era fermo in carreggiata per una avaria.

Incidente stradale mortale venerdì 31 gennaio, lungo le strade umbre dove un automobilista di 43 anni è morto tragicamente dopo essersi schiantato con la sua vettura contro un grosso tir che lo precedeva lungo la stessa corsia di marcia. Il dramma si è consumato  lungo il tratto umbro della strada statale 318 Perugia-Ancona. Lo schianto fatale all’altezza del comune di Valfabbrica tra la cittadina in provincia di Perugia e lo svincolo per la frazione di Casacastalda. L’allarme è scattato intorno alle 11.30 quando sul posto sono accorsi i soccorsi sanitari del 118, le volanti della polizia stradale e i vigili del fuoco. Nonostante i tentativi di salvare all’automobilista, purtroppo per l’uomo non c’è stato nulla da fare: è deceduto poco dopo l’arrivo in ospedale. La vittima è un 43enne della provincia di Ancona che lavorava per un’azienda di Perugia come agente di commercio.

L’auto del 43enne è rimasta letteralmente incastrata sotto il tir. Per estrarre l’uomo è stato necessario un delicato intervento dei pompieri. Affidato alle cure dei medici, l’automobilista è stato trasportato d’urgenza al Presidio Ospedaliero di Gubbio e Gualdo Tadino. Le sue condizioni però erano già disperate e l’uomo è morto poco dopo nonostante i tentativi di rianimarlo. Sull’esatta dinamica del sinistro indagano ora gli agenti della polizia stradale che hanno effettuato i rilievi del caso sul posto. Da una prima ricostruzione dell’accaduto, pare che l’auto della vittima, per motivi tutti da accertare, sia finita contro il mezzo pesante che era fermo in carreggiata per una avaria.